Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Mostre a Napoli: cosa fare nel weekend del 15 e 16 febbraio

6' di lettura

Ultimi giorni per ammirare, a Palazzo delle Arti di Napoli, la mostra collettiva "Banksy e la (post) street art". Ultime settimane invece per ammirare le opere di Andy Warhol esposte alla Basilica della Pietrasanta

Ultimi giorni per visitare a Palazzo delle Arti di Napoli la mostra “Banksy e la (Post) street art” esposta fino al 16 febbraio, mentre sono oltre 200 le opere di Andy Warhol che napoletani e turisti potranno ammirare fino al 23 febbraio alla Basilica della Pietrasanta, nel cuore del centro storico di Napoli

Mostre ed eventi in corso a Napoli a febbraio 2020

Il fascino della preistoria al Mann con “Lascaux 3.0”

Lascaux sotto il Vesuvio: arriva al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, per la prima volta in Italia, l'esposizione internazionale “Lascaux 3.0”, che permette di scoprire la celebre Grotta risalente al Paleolitico superiore (tra i 20mila e i 17mila anni fa), Patrimonio Mondiale dell'Umanità Unesco e dal 1963 interdetta al pubblico per preservarne la conservazione (in Francia è visitabile solo la fedele ricostruzione). L'exibit che fino al 31 maggio incanterà ragazzi, e non solo, si collega al restyling della collezione permanente del Mann “Preistoria e Protostoria” (dal 28 febbraio) formata da circa 3mila reperti, dal Paleolitico inferiore all'Età del Ferro, alcuni provenienti dai depositi ed esposti per la prima volta.

“Banksy e la (Post) street” art a Palazzo delle Arti di Napoli


Si intitola "Banksy e la (post) street art" la collettiva dedicata al movimento artistico underground, allestita al Museo PAN di Napoli dal 23 dicembre al 16 febbraio 2020. Alla luce del grande successo di visitatori e alla sempre crescente curiosità nei confronti del misterioso writer inglese, il percorso espositivo, ideato e curato da Andrea Ingenito, si arricchisce di una seconda sala a lui dedicata. Al primo gruppo di opere, da cui il racconto sulla post street art prende vita, se ne aggiunge un secondo proveniente da collezioni private straniere che fornisce nuovi interessanti spunti di riflessione sul fenomeno Banksy. Tra queste "Love is in the air" versione serigrafica del celeberrimo graffito apparso nel 2003 su un muro di Gerusalemme in cui un uomo è rappresentato nell’atto di lanciare una molotov che in realtà è un mazzo di fiori,"Happy Choppers","Copper" e "P u lp Fiction" diventate immagini simbolo, ed entrate nel linguaggio universale per contestare la violenza della guerra e i soprusi subiti dai più deboli. Con questa nuova sala il discorso sull’importanza di Banksy nell’evoluzione dell’arte di strada prende nuova linfa e pone maggiormente l’accento sulla sensibilità dell’artista, specialmente nel narrare le criticità dell’attuale scenario politico mondiale. Il suo potere comunicativo è tale da diventare il grido di tutti, ed è forse principalmente questo il segreto del suo enorme successo. Il nuovo allestimento sarà fruibile dal giorno 8 gennaio fino al 16 febbraio, data conclusiva della mostra.

“Vincendo il tempo” di Riccardo Dalisi al Mann

Un racconto dell'antico fatto di rame, ferro battuto, ottone, dove i sottili e stilizzati lavori di Riccardo Dalisi dialogano con le grandi statue della collezione Farnese del Museo Archeologico Nazionale di Napoli. In “Vincendo il tempo” (fino al 27 febbraio) Dalisi ripercorre al MANN, con oltre trenta opere, la sua esperienza creativa, tra sculture, opere di design, mosaici e bozzetti.

Le immagini di Letizia Battaglia ai Magazzini Fotografici

Letizia Battaglia ai 'Magazzini Fotografici' di Napoli con foto storiche, giornalistiche, ritratti, che raccontano gli anni di una Palermo difficile con lo sguardo intimo ed emozionato di una fotografa dotata di grande capacità di documentare gli effetti dell'azione della mafia sulla società ma anche di cogliere le radicate problematiche della condizione femminile, attraverso gli sguardi delle donne e delle bambine da lei ritratte. La mostra resterà aperta fino all'8 marzo. Quello di Letizia Battaglia è un racconto delle contraddizioni e delle ferite di Palermo, città complessa da lei profondamente amata e dove 50 anni fa ha iniziato il suo percorso. Negli scatti da cronista nella Palermo degli anni '70 si ritrovano immortalati i delitti di mafia che hanno reso Battaglia simbolo di lotta alla criminalità organizzata e all'omertà che ne alimenta il potere.

“Wolves coming” i lupi invadono piazza Municipio a Napoli

Tanta la curiosità dei turisti, dei napoletani ma soprattutto dei bambini per l'invasione dei lupi in piazza del Municipio trasformata in un museo a cielo aperto grazie all'installazione dell'artista cinese Liu Ruowang intitolata “Wolves coming”. Un branco di lupi in ferro, ognuno del peso di 280 chili, che minaccia un imponente guerriero. L'opera è l'allegoria con cui l'artista rappresenta la dura risposta della natura alle devastazioni compiute dall'uomo, stigmatizzando l'incontrollabile processo di antropizzazione dell'ambiente. La mostra è organizzata da Matteo Lorenzelli, della storica galleria milanese Lorenzelli Arte, con la collaborazione di Milot ed è promossa dall'assessorato alla Cultura del Comune di Napoli. L'esposizione sarà esposta fino al 31 maggio 2020 e si prefigge di proporre una riflessione critica sui valori della civilizzazione e sulla grande incertezza in cui viviamo oggi, per contrastare il rischio di progressivo e irreversibile annientamento del mondo attuale.

Mostre ed eventi nel resto della Campania

Salerno, 100 foto raccontano David Bowie a Palazzo Fruscione

David Bowie non lo conosceva nemmeno, non sapeva chi fosse. Ma decise comunque di andare ad un suo concerto. E lo fece perché rimase colpito, attratto, dal manifesto dell'evento: c'era Bowie, con una gamba alzata e su uno sfondo nero. È da quel giorno che le foto di Masayoshi Sukita hanno iniziato a raccontare i 'volti' di Bowie. Foto, alcune delle quali, oltre cento, fino al 27 febbraio saranno esposte a Palazzo Fruscione, a Salerno. Una retrospettiva, "Stardust Bowie by Sukita", organizzata dall'associazione culturale Tempi Moderni e ONO arte contemporanea, con il supporto della Regione Campania.

Il ''Carnevale della pace... in città'' a Torre Annunziata

''Giù la maschera della camorra'', è il motto scelto per presentare il ''Carnevale della pace... in città'' iniziativa in programma a Torre Annunziata (Napoli), giovedì 20 febbraio. L'evento, organizzato dall'associazione salesiana''Piccoli Passi Grandi Sogni'' con il patrocinio morale dell'amministrazione comunale, prevede la partecipazione di centinaia di bambini in maschera con i colori della bandiera della pace. La sfilata partirà da piazza Ernesto Cesaro per proseguire lungo corso Vittorio Emanuele III fino alla chiesa della Santissima Madonna della Neve, per giungere poi in piazza Pace, dove saranno letti messaggi di pace.

Eventi per bambini

Le fiabe al teatro San Carlo

La mostra Fiabe al Museo è esposta la Teatro San Carlo di Napoli, si tratta di un evento dedicato ai più piccoli. L'archivio Storico del Teatro, infatti,ospiterà per un anno l'installazione che permetterà anche ai bambini di scoprire il mondo magico del teatro.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"