Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Mostre a Napoli: cosa fare nel weekend del 15-16 giugno

Immagine di archivio (ANSA)
7' di lettura

Il teatro e la fotografia sono i protagonisti di due mostre inaugurate questo fine settimana. Castel dell’Ovo ospita "Le stanze di Tato Russo. Gli anni del coraggio" mentre alla chiesa di Santa Caterina a Formiello è allestita "Art Kane. Visionary" 

Napoli rende omaggio a una delle figure più significative della storia del teatro partenopeo con una mostra dedicata a Tato Russo ospitata a Castel dell’Ovo. Ma non c’è solo il teatro al centro delle rassegne inaugurate questa settimana nel capoluogo campano. Alla chiesa di Santa Caterina a Formiello è possibile visitare la retrospettiva "Art Kane. Visionary", che attraverso cento scatti del fotografo statunitense racconta un pezzo di storia del XX secolo.

Mostre ed eventi che inaugurano a Napoli questa settimana

"Le stanze di Tato Russo. Gli anni del coraggio" a Castel dell’Ovo

Napoli rende omaggio a Tato Russo, una delle figure più significative della storia del teatro non solo napoletano, con una mostra allestita a Castel dell’Ovo fino al 28 luglio. L’esposizione, "Le stanze di Tato Russo. Gli anni del coraggio", visitabile gratuitamente, è stata realizzata dal Teatro Bellini con la Regione Campania. La rassegna è un percorso di invenzioni e di testimonianze, arricchito da installazioni, da proiezioni, suggestioni sonore, creazioni scenografiche, costumi, bozzetti, maquettes, oggetti come vere opere d'arte, provenienti da memorabili spettacoli. Orari: da lunedì a sabato dalle 10 alle 18; festivi e domenica: dalle 10 alle 13.

"Art Kane. Visionary" alla chiesa di Santa Caterina a Formiello

La chiesa di Santa Caterina a Formiello ospita, fino al 14 settembre, la retrospettiva “Art Kane. Visionary”, a cura di Jonathan Kane e Guido Harari. Attraverso i cento scatti del fotografo statunitense cento fotografie, nel cuore di Napoli scorre un pezzo di storia per immagini del XX secolo, dei suoi sogni, rivoluzioni, conflitti e promesse. Nella sezione musica sono esposte le foto delle più grandi icone del rock degli anni '60 e del jazz degli anni '50. Un'altra sezione è dedicata a temi sociali e politici e un’altra al racconto dei cambiamenti della società americana, attraverso il costume, la moda, la pubblicità e l'erotismo.

Mostre ed eventi in corso a Napoli a giugno 2019

"Mario Francese: 40 anni dopo, una vita in cronaca" a Palazzo Fondi

A Palazzo Fondi è possibile visitare la mostra "Mario Francese, 40 anni dopo: una vita in cronaca" sul lavoro del giornalista siciliano assassinato nel 1979. Gli scatti lo ritraggono mentre intervista, raccoglie indizi e testimonianze, tra le strade, i vicoli e le botteghe del centro storico di Palermo, i corridoi del Palazzo di Giustizia, le campagne della provincia del capoluogo siciliano. Le foto mostrano stralci dei suoi articoli sulle pagine del "Giornale di Sicilia" accompagnate da didascalie esplicative tratte da articoli, interviste, testimonianze che raccontano il giornalista e l’ambiente in cui operava. L’esposizione resta aperta fino al 14 luglio, da giovedì a domenica, dalle ore 17.00 alle 20.00.

"Il Meno fortas" a Palazzo Fondi

Palazzo Fondi ospita la mostra "Il Meno fortas" di Eimuntas Nekrosius, presentata in occasione della dodicesima edizione del Napoli Teatro Festival Italia. Attraverso fotografie, bozzetti, appunti e oggetti di scena degli spettacoli di Nekrosius nati nel teatro da lui fondato, l’esposizione apre uno scorcio unico sull’universo teatrale del grande regista lituano. I curatori dell’allestimento, gli artisti e i compagni creativi del regista, metteranno a disposizione fotografie personali, decorazioni e bozzetti di costumi di spettacoli memorabili. Aperta fino al 14 luglio, dal giovedì alla domenica, dalle ore 17.00 alle 20.00.

"L’arte sa nuotare" di Blub al MANN

Saffo e Terentius con la maschera subacquea. Ma non solo loro, la fanciulla e il panettiere con sua moglie, tra i volti più celebri degli affreschi vesuviani: c'è anche un Carlo di Borbone improbabile sommozzatore nella Sala del Plastico di Pompei al Museo Archeologico nazionale di Napoli, divenuta scenario 'immersivo' per la mostra "L'arte sa nuotare" con cinque opere del misterioso street artist Blub, noto per le sue raffigurazioni di personaggi reali e immaginari, ritratti con la maschera da sub e fissati in angoli dimenticati delle strade cittadine. La rassegna, curata da Carla Bru e Maria Paternostro, resta aperta fino al 31 agosto.
Orari: tutti i giorni dalle 9 alle 19:30, chiuso il martedì.

"Dream scape from river" alla Shazar Gallery

La Shazar Gallery ospita, fino al 5 luglio, "Dream scape from river", personale dell'artista sudanese Mutaz Elemam. Infatuato della bellezza del Nilo, Elemam, ha sviluppato nel corso degli anni un repertorio visivo che si espande verso l'astrattismo con ampie pennellate liquide, illuminate da tocchi chiari che ne accentuano la profondità e una tavolozza che cattura lo spirito del paesaggio fluviale. Nella serie presentata per l'occasione, campiture verdi, marroni e blu ricostruiscono gli angoli della vegetazione senza ometterne i particolari, annullando la separazione tra cielo, acqua e terra e declinando a ogni visione una personale accezione del fiume. La mostra è aperta dal lunedì al venerdì dalle 14.30 alle 19.30 e sabato su appuntamento.

"Corto Maltese. Un viaggio straordinario" al MANN

Si svolgerà al MANN, fino al 9 settembre, la mostra dedicata a Corto Maltese e a Hugo Pratt. L’esposizione è organizzata da COMICON, in sinergia con Patrizia Zanotti di CONG, ed è inserita nell'ambito del progetto OBVIA (Out Of Boundaries Viral Art Dissemination) dell'Università di Napoli Federico II per il MANN. Patrocinata dal Comune di Napoli e realizzata in collaborazione con Rizzoli Lizard, la rassegna raccoglie circa 100 pezzi tra tavole, schizzi, fotografie e ingrandimenti, e si presenta come un suggestivo e ricco percorso nel personaggio di Corto Maltese. Orari: aperto tutti i giorni, tranne il martedì, dalle 9 alle 19.30.

"Oro Rosso" di Jan Fabre a Capodimonte

Il Museo e Real Bosco di Capodimonte, fino al 15 settembre, ospita la mostra "Oro Rosso. Sculture d’oro e corallo, disegni di sangue" dell’artista belga di fama mondiale Jan Fabre, che torna a Napoli con un nuovo progetto che coinvolge anche altri tre luoghi di grande prestigio: la chiesa del Pio Monte della Misericordia, il Museo Madre e la galleria Studio Trisorio. L’artista espone un gruppo di lavori in dialogo con una selezione speciale di opere d’arte provenienti dalla collezione permanente del museo e da altre istituzioni museali napoletane. L’esposizione, curata da Stefano Causa insieme a Blandine Gwizdala, vede sculture in oro e disegni di sangue creati dall’artista dagli anni Settanta a oggi, oltre a una serie inedita e sorprendente di sculture in corallo rosso, realizzata appositamente per Capodimonte.

Mostre da non perdere nel resto della Campania

"Il dialogo dei Contrapposti. I protagonisti del '900" alla Reggia di Caserta

Alla Reggia di Caserta, fino al 30 giugno, è possibile visitare la mostra "Il dialogo dei Contrapposti. I protagonisti del '900" a cura di Vincenzo Morra. L'esposizione comprende 80 opere, capolavori unici nel loro genere, realizzati da grandi maestri dell'arte contemporanea. Organizzata dalla Morra Arte Studio, sarà ospitata nelle Retrostanze del '700 degli appartamenti storici e nella Quadreria della Reggia. Orari: 8:30 – 19:30 – tutti i giorni. Chiusa martedì.

"Vanity: storie di gioielli dalle Cicladi a Pompei"

La Palestra Grande degli scavi di Pompei ospita la raffinata mostra "Vanity: storie di gioielli dalle Cicladi a Pompei", un’esposizione di oggetti storici da non perdere: gemme, collane, fibule, orecchini, anelli e armille in oro, argento, bronzo, con inserti in materiali preziosi e semipreziosi, provenienti da Delos e dalle altre Cicladi, saranno esposti accanto a gioielli rinvenuti a Pompei, ma anche in altri siti campani, tra cui Longola, Sarno, Paestum, Oplontis, Terzigno ed Ercolano. La rassegna è aperta fino 5 agosto.

Eventi per bambini

Cavacon a Cava de’ Tirreni

Il 14,15 e 16 giugno, a Cava de’ Tirreni torna il Cavacon Comics & Games, la manifestazione dedicata a fumetti, cartoni animati, cosplay, giochi e videogames, che dal 2010 anima la cittadina nel Salernitano.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"