Bruges, maxi balena di plastica simbolo della Triennale. FOTO

Realizzata con 5 tonnellate di materiale riciclato proveniente da mari e oceani, è una delle installazioni della seconda edizione della rassegna che anima il centro della città delle Fiandre fino al 16 settembre. LA FOTOGALLERY. LO SPECIALE SKY UN MARE DA SALVARE
  • Una balena realizzata con 5 tonnellate di plastica riciclata proveniente da mari e oceani che balza fuori dai canali di Bruges, in Belgio. È una delle opere simbolo della seconda edizione della Triennale di architettura e arte contemporanea, che si tiene tra le vie del centro storico medievale dell cittadina delle Fiandre patrimonio Unesco (foto: VisitBruges - Jan D'hondt) - Dentifrici, docciaschiuma, scrub: la plastica dove non te l’aspetti
  • L'installazione è stata realizzata da StudioKCA, agenzia di architettura e design guidata da Jason Klimoski e Lesley Chang con sede a New York (foto: VisitBruges - Jan D'hondt) - Un mare da salvare, gli appuntamenti dell’anno da non perdere
  • La balena gigante è il simbolo della seconda edizione della Triennale di Bruges, in programma fino al 16 settembre (foto: VisitBruges - Jan D'hondt) - Record di microplastiche nel Mar Glaciale Artico
  • "La plastica viene da tante parti del mondo: dall'Inghilterra, dal Messico, dalla Cina, dalla Corea, dal Giappone e dalla Russia", spiega Klimoski, uno dei realizzatori dell'opera (foto: VisitBruges - Jan D'hondt) - Un mare da salvare, 10 cose che puoi fare per difendere gli oceani
  • Nel complesso sono 15 le opere internazionali ispirate al tema dell'edizione 2018 dell Triennale, ovvero "Liquid City" (Città Liquida). Tra queste c'è "Lanchals", un'installazione in moduli di ferro a forma di collo di cigno - simbolo di Bruges - di 15 metri d'altezza, del newyorchese John Powers (foto: VisitBruges - Jan D'hondt) - Quando la città diventa liquida. Al via Bruges Triennale 2018
  • L'opera galleggiante dello studio di architettura spagnolo SelgasCano, con le sue pareti trasparenti rosa, riflette invece la luce in diverse gradazioni cromatiche sull'acqua (foto: VisitBruges - Jan D'hondt) - Triennale di Bruges 2018
  • Nel parco del Minnewater si può ammirare una versione più recente della scuola galleggiante in legno "NLE" dell'architetto nigeriano Kunle Adeyemi, che con la sua "Floating School" ha vinto il Leone d'Argento alla Biennale di Architettura di Venezia nel 2016 (foto: VisitBruges - Jan D'hondt) - L'installazione di palloni di Geronimo a Melbourne
  • Tra i canali di Bruges c'è anche un'opera italiana: "Acheron I" di Renato Nicolodi, un'installazione galleggiante in cemento che ricorda le tombe dei faraoni (foto: VisitBruges - Jan D'hondt) - Freespace: ecco come sarà la Biennale Architettura del 2018
  • All'altezza del ponte Snaggaardbrug si trova una piattaforma galleggiante realizzata dallo studio di architettura coreano OBBA, insieme all'atelier d'architettura Dertien12, di oltre 100 metri quadri con una passerella a forma di onda e parapetti realizzati in reti elastiche di corda bianca (foto: VisitBruges | Jan D'hondt) - Alla Biennale Architettura, la Finlandia celebra la sua “passione” per le biblioteche
  • VEDI ANCHE

    Glastonbury, la sfilata dei Draghi dà il benvenuto all'estate. FOTO

    Sfoglia la gallery >

    Oppure

    VAI ALLA SEZIONE FOTO

SCELTI PER TE