Tabù alimentari nel mondo: in Italia li mangiamo, all'estero... FOTO

Nel nostro Paese da gennaio entreranno in commercio gli insetti. Estranei alla nostra cultura, eppure già consumati da 2 miliardi di persone. Ma ci sono altri cibi che noi mangiamo regolarmente e che sono vietati altrove - Un piatto di futuro - LO SPECIALE SKY TG24 
  • ©Getty Images
    Australia e Nuova Zelanda hanno vietato la vendita di salmone da allevamento, etichettato come "Salmone dell'Atlantico". Il rischio è che i pesci siano contaminati e causino seri danni a chi ne mangia spesso. L'impatto ambientale degli allevamenti non è secondario: meglio optare per il salmone selvatico - Un piatto di futuro, cosa mangeremo domani
  • ©Getty Images
    Negli Usa, nel 2006, era stato introdotto un divieto di macellazione degli equini a livello federale per bloccare la produzione di carne di cavallo, che di fatto era destinata solo a mercati esteri. L’amministrazione Obama lo aveva abrogato nel 2011. Ma a tenere la carne di cavallo fuori dal mercato alimentare americano è la mentalità diffusa. Nei Paesi a maggioranza musulmana il consumo di carne equina è sconsigliato, mentre la religione ebraica lo vieta esplicitamente - Dall'ananas al latte, le 10 fake news più diffuse sul cibo
  • ©Getty Images
    A Singapore è vietato importare, vendere e masticare chewing gum. Unica eccezione, quelli con valore terapeutico se prescritti da un medico. Viene considerato un problema di “ordine pubblico”. Singapore vieta anche il consumo di semi di papavero, considerati troppo "eccitanti" - Un piatto di futuro, lo speciale SkyTG 24
  • ©Getty Images
    Il Italia l'allevamento degli animali attraverso l'alimentazione forzata non è consentito. Non è però proibito vendere e consumare il “foie gras”, che si può trovare nei negozi di gastronomia. In California è vietato da una apposita legge, che ha visto scontrarsi duramente animalisti e ristoratori - Finlandia, in vendita il pane di farina di grilli
  • ©Getty Images
    In Islanda, in alcune zone rurali della Svezia e in Finlandia i funghi non sono proibiti ma non sono stati introdotti nel mercato fino alla Seconda Guerra mondiale. Prima erano considerati cibo per animali ed erano associati alla povertà - Svizzera, arrivano le polpette di insetti
  • ©Getty Images
    Siete amanti dei lobster roll? Nella religione ebraica molluschi e crostacei sono considerati impuri e il loro consumo è vietato. Mentre per la religione islamica è lecito il consumo della carne di ogni tipo di bestia acquatica che, fuori dall'acqua, cessa di vivere. Non si possono quindi mangiare animali acquatici che vivono sia nell'acqua che sulla terra, come ad esempio granchi, tartarughe, coccodrilli o rane - La cannella può combattere l'obesità
  • ©Getty Images
    Notoriamente, la mucca è sacra per gli induisti, mentre il consumo di carne di maiale è proibito nelle religioni buddista, ebraica e musulmana. Semaforo rosso anche per la carne di coniglio, nella religione ebraica - Cambia la dieta degli italiani, più frutta e meno carne
  • Il tipico prodotto sardo colonizzato dalle larve della mosca del formaggio, il "casu martzu" (formaggio marcio) è esplicitamente proibito negli Stati Uniti. (foto Wikipedia) - Formaggi italiani, record di esportazioni