Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Nelson Mandela Day: libri, film e canzoni per ricordarlo

Nato il 18 luglio 1918, Nelson Mandela è morto a Johannesburg il 5 dicembre 2013 (Getty Images)
4' di lettura

Da "Invictus" di Clint Eastwood all’autobiografia "Lungo cammino verso la libertà", sono numerose le opere che celebrano la vita e le lotte di "Madiba". Ecco alcune delle più famose

Il 18 luglio si ricorda la nascita di uno degli uomini più influenti degli ultimi 100 anni. Dalla prigione alla presidenza del Sudafrica, da giovane membro di una tribù di pastori a premio Nobel per la Pace, Nelson Mandela è il simbolo della lotta contro l'Apartheid, la politica di segregazione razziale nei confronti delle persone di colore che, grazie alle sue battaglie, è stata abolita nel 1991. Una storia incredibile quella di 'Madiba' fatta di tenacia, coraggio e lotta contro le ingiustizie che nei decenni ha ispirato registi, cantanti e scrittori. Ecco alcune delle opere più famose che ne celebrano le eroiche azioni.

"Invictus"

Il film più famoso su Mandela, che è venuto a mancare il 5 dicembre 2013, è probabilmente 'Invictus - L'invincibile'. Prodotto e diretto da Clint Eastwood, la pellicola è uscita nel 2009 e racconta gli eventi, realmente accaduti, che si verificarono in occasione della Coppa del Mondo di rugby del 1995, che venne ospitata proprio in Sudafrica. Madiba è diventato da poco presidente della Nazione e, nel film, viene interpretato da Morgan Freeman. Un altro dei protagonisti è Matt Damon che veste i panni François Pienaar, il capitano degli Springboks, il soprannome (che fa riferimento all'omonima antilope che vive in Africa meridionale) della nazionale sudafricana di rugby. Il film racconta il grande impegno profuso da Mandela per riappacificare la popolazione del Paese, ancora divisa dall'odio fra i neri e i bianchi, attraverso il tifo per la nazionale.

Il libro e la poesia

Il film di Eastwood è l’adattamento cinematografico del romanzo "Ama il tuo nemico" (titolo originale 'Playing the Enemy: Nelson Mandela and the Game that Made a Nation') di John Carlin. Nel sottotitolo dell’edizione italiana, a cura di Sperling & Kupfer Editore, si legge: "Nelson Mandela e la partita di rugby che ha fatto nascere una nazione". Il titolo del film, invece, è un tributo all’omonima poesia di William Ernest Henley, 'Invictus', che Madiba era solito rileggere in cella per alleviare gli anni della sua prigionia durante l'apartheid. Nella pellicola i versi, scritti dal poeta inglese nel 1875, vengono recitati da Morgan Freeman; tra i più celebri ci sono quelli dell’ultima strofa: "Non importa quanto stretta sia la porta, Quanto impietosa sia la vita, io sono il padrone del mio destino: io sono il capitano della mia anima".

"La lunga strada verso la libertà"

Un altro film che rende omaggio alla vita del grande statista africano è "Mandela - La lunga strada verso la libertà" (Long Walk to Freedom). Uscito nel 2013 e diretto da Justin Chadwick, si basa sull'autobiografia 'Lungo cammino verso la libertà', scritta dallo stesso Nelson Mandela. Terminata nel 1995, ripercorre la vita di Madiba dall'infanzia nel Transkei fino al periodo successivo alla scarcerazione. L’ex presidente ha rivelato che gran parte del materiale che fa parte del libro (edito in Italia da Feltrinelli) fu preparato da lui stesso durante i suoi 27 anni di carcere a Robben Island e in altri istituti. Nel film, che nella colonna sonora vanta il singolo "Ordinary love" degli U2, Mandela e la moglie Winnie sono interpretati rispettivamente da Idris Elba e da Naomie Harris.

La canzone dei Simple Minds

Ancor prima di diventare presidente, le lotte di Mandela hanno trovato il sostengo di molti personaggi dello spettacolo. Basti pensare che nel 1987, il calciatore olandese Ruud Gullit gli dedicò la vittoria del pallone d’oro. L’anno dopo, nel 1988, il gruppo scozzese dei Simple Minds scrive in suo onore "Mandela Day". Il brano, contenuto all’interno dell’ottavo album della band, "Street Fighting Years", viene pensato per il "Nelson Mandela 70th Birthday Tribute", il concerto che si svolge l'11 giugno 1988 a Wembley, a Londra, a cui partecipano, tra gli altri, Sting, George Michael, Whitney Houston, Stevie Wonder e i Dire Straits con Eric Clapton.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"