Guerra Israele - Hamas, verso offensiva totale a Gaza. Raffica di razzi su Ashkelon

©Getty

L'esercito israeliano conferma che sono oltre 1200 gli israeliani uccisi nell'attacco palestinese. E almeno 200 cadaveri sono stati ritrovati nel kibbutz di Kfar Aza dopo l'assalto dei miliziani di Hamas. Tra le vittime anche bambini decapitati.  L'Onu: "Assedio totale di Gaza viola il diritto internazionale". Quasi mille i morti nella Striscia. Biden: "Ferma condanna di Hamas, noi siamo con Israele". Netanyahu: "Ferocia mai vista da Olocausto"

Israele, cosa sono i kibbutz e come sono cambiati nel tempo

Nati in origine come piccole comunità egalitarie di agricoltori, nel tempo hanno conosciuto alcune evoluzioni di carattere sociale. In ebraico la sua traduzione è “ritrovo” e possono ospitare alcune centinaia di persone al proprio interno. Ad oggi, nel Paese, se ne contano circa 250. GUARDA LA GALLERY

L'esercito di Israele: "Uccidere i capi di Hamas la nostra priorità"

"Non fermeremo lo sforzo per eliminare gli alti ufficiali di Hamas. E' la nostra prima priorità". Lo ha detto il portavoce militare israeliano, ammiraglio Daniel Hagari, citato da Times of Israel. 

I soldati, ha proseguito il portavoce, continuano a cercare terroristi di Hamas nel sud d'Israele. Oggi uno di loro è stato ucciso vicino Saad, quattro vicino Zikim, due vicino Sderot e altri due vicino Re'im. "La  direttiva è chiara. Trovare i terroristi e distruggerli", ha affermato. Oggi ci sono stati altri tentativi di infiltrazione, ha detto il portavoce, "ma i terroristi sono stati eliminati prima di raggiungere la barriera" al confine.-


Massacro di bambini a Kfar Aza, "alcuni decapitati"

L'orrore della guerra non conosce limiti, neanche davanti a bambini innocenti che dormono nelle loro culle, alcuni nel lettone con mamma e papà: la furia di Hamas non li ha risparmiati nel kibbutz di Kfar Aza, dove i soldati israeliani hanno raccontato di aver trovato almeno 40 piccoli uccisi tra le decine di persone trucidate a sangue freddo. Alcuni dei bimbi, anche neonati, sono stati "decapitati", hanno raccontato scioccati alla tv israeliana, secondo il reportage di una reporter di It24. "Un massacro, un vero e proprio massacro", ripetono anche i  giornalisti che hanno visitato Kfar Aza, al confine con la Striscia, dove la notte tra venerdì e sabato scorso si sono infiltratati i miliziani di Hamas e delle altre fazioni palestinesi. Le loro testimonianze e le immagini che hanno scattato rimbalzano sui sociali, sui siti e danno appieno l'immagine del massacro: "C'è un forte odore di morte, è dappertutto", riferiscono mentre dai loro video postati sui sociali si sentono rumori di esplosioni provenienti da Gaza.  

Kibbutz

©Ansa

Israele, ok dal Senato alle tre mozioni

Via libera dell'Aula del Senato alle tre mozioni presentate sugli attacchi di Hamas contro Israele approvate alla presenza del ministro degli esteri, Antonio Tajani.  L'Assemblea di palazzo Madama approva la mozione di maggioranza (FdI, Lega, FI) con parere favorevole del governo con 152 voti a favore, nessun contrario e due astenuti. Ok anche alla mozione delle opposizioni (Pd, M5s, Avs, Aut), votata per parti separate perché il governo non ha condiviso il punto 5, la parte con parere favorevole passa all'unanimità con 156 sì, respinta l'altra. Infine ok anche la mozione di Az-Iv con 152 sì, nessun contrario e due astenuti. 

Biden: "Con Netanyahu parlato di aiuti e deterrenza paesi ostili"

"Con il premier Netanyahu ho parlato del coordinamento per sostenere Israele, proteggere i civili e per deterrenza degli attori ostili". Lo afferma il presidente americano Joe Biden su X riferendo della sua conversazione con il premier israeliano Benyamin Netanyahu. 

Coniugi italo-israeliani dispersi vicino a Gaza. Nel loro kibbutz decine di vittime

Eviatar Moshe Kipnis e Liliach Lea Havron, marito e moglie, “vivevano nel kibbutz di Be’eri e non rispondono alle chiamate della famiglia”, ha riferito il ministro degli Esteri Tajani. “È probabile che siano stati presi in ostaggio”. Nello stesso kibbutz vicino al confine orientale con la Striscia di Gaza, nel primo giorno di ricerche delle vittime, l'organizzazione rabbinica Zaka ha annunciato la scoperta di 108 corpi di israeliani (LEGGI L'ARTICOLO)


Isw: "Hamas sta espandendo le sue incursioni nel sud di Israele mentre le milizie palestinesi in Cisgiordania e gli Hezbollah libanesi si scontrano con le forze di sicurezza israeliane nella provincia settentrionale del paese"

Borrell: "Pace o violenza scoppierà ancora"

"Dobbiamo riflettere anche su cosa succederà dopo. Per questo dobbiamo aumentare la nostra cooperazione con il mondo arabo e ricalibrare e promuovere l'iniziativa presa alcuni mesi fa insieme alla Lega araba, con l'Egitto, la Giordania, l'Arabia Saudita, per riprendere il processo di pace e ricordare al mondo che il problema palestinese esiste ancora, che fare la pace tra Israele e i Paesi arabi è positivo e necessario, ma la pace deve essere fatta anche con i palestinesi. Altrimenti questo ciclo di violenza scoppierà ancora". Lo ha dichiarato l'Alto rappresentante Ue per la Politica estera, Josep Borrell, nella conferenza stampa a Muscat, nell'Oman, al termine del Consiglio Ue Esteri informale sulla situazione in Medio Oriente.


A Congresso Usa misura bipartisan per 2 miliardi a Israele

Un provvedimento bipartisan per 2 miliardi di aiuti a Israele è stato introdotto al Congresso americano nonostante la mancanza dello speaker della Camera. I fondi "assicureranno che Israele abbia le risorse necessarie per sconfiggere Hamas, salvare gli ostaggi e proteggere civili innocenti", afferma il deputato democratici Brad Schneider. 

Colloquio Biden-Netanyahu, sostegno a Israele

Il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden e la Vice Presidente Kamala Harris hanno da poco concluso una chiamata con il Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu "per discutere il sostegno Usa a Israele". Lo rende noto la Casa Bianca.


Ministro Difesa, Israele "si prepara a offensiva totale"

In Israele, il ministro della Difesa Yoav Gallant, incontrando le truppe al confine con Gaza, ha detto che il Paese si prepara a "un'offensiva totale" contro l'organizzazione islamista Hamas che governa l'enclave palestinese. "Hamas voleva un cambiamento a Gaza, cambierà di 180 gradi rispetto a quello che pensava. Si pentiranno di questo momento, Gaza non tornerà mai più com'era". "Chiunque venga a decapitare, uccidere donne, sopravvissuti all'Olocausto, lo elimineremo con tutte le nostre forze e senza compromessi".


Le lacrime del padre di Noa, la ragazza rapita da Hamas

"Ho visto il video, era pietrificata, spaventata. Io in quel momento non potevo proteggerla", ha detto l'uomo. La giovane donna è stata sequestrata durante il rave nel Sud di Israele dove sono state uccise più di 200 persone (LEGGI L'ARTICOLO)


 

Tajani: "Domani altri 500 italiani in partenza da Israele"

"200 italiani sono rientrati questa mattina da Israele con due voli militari, 180 sono rientrati con un volo privato, e domani dovrebbero essere imbarcati altri 500 in due voli militari e due privati, in più sono operativi i voli della El Al. Io ritengo che se le cose andranno per il giusto verso, tra domani sera e dopodomani mattina non dovrebbero rimanere in Israele molti italiani", a parte i residenti e coloro che non vogliono partire. Lo ha detto il ministro degli Esteri Antonio Tajani in Senato in una replica al dibattito in aula sulle mozioni dopo gli attacchi di Hamas contro Israele. 

Borrell: "Fermare sostegno sarebbe regalo ad Hamas"

"Io avro' personalmente cura che questa revisione" del sostegno Ue alla Palestina "avvenga nei tempi più brevi possibili. Perchè la nostra volontà è continuare il nostro sostegno all'Autorità palestinese, che è qualcosa di completamente diverso da Hamas. Sarebbe un grande errore in questo momento così critico, fermare il nostro sostegno all'Autorita' palestinese. Sarebbe il miglior regalo che potremmo fare ad Hamas. Metterebbe a rischio i nostri interessi e la nostra partnership con il mondo arabo". Lo ha dichiarato l'Alto rappresentante Ue per la Politica estera, Josep Borrell, nella conferenza stampa a Muscat, nell'Oman, al termine del Consiglio Ue Esteri informale sulla situazione in Medio Oriente. "Molti Paesi membri hanno insistito sul fatto che" il processo di revisione "non debba essere la scusa per ritardare la nostra cooperazione con l'Autorità palestinese e che i pagamenti non dovrebbero essere impediti da questo processo", ha aggiunto. 

Guerra Israele-Hamas, carri armati e uomini di Tel Aviv al confine con Gaza. FOTO

“Dobbiamo entrare a Gaza”: così avrebbe detto Netanyahu parlando con il presidente Usa Joe Biden. Intanto fanno il giro del mondo le immagini dei mezzi militari israeliani che si dirigono verso la zona più calda del conflitto riscoppiato il 7 ottobre dopo gli attacchi delle milizie terroristiche di Hamas. E si parla di un'imminente operazione di terra da accompagnare alla guerra aerea e al lancio di razzi (GUARDA QUI LE IMMAGINI)


Cnn: "Biden non ha frenato Netanyahu su ingresso a Gaza"

Arrivano segnali apparentemente contrastanti dall'amministrazione Biden sulla risposta di Israele agli attacchi di Hamas. Nella sua telefonata oggi con il premier israeliano,  quando Benjamin Netanyahu ha evocato la possibilita' di penetrare nella striscia di Gaza, il presidente non lo avrebbe ammonito a non farlo, secondo quanto riferisce un dirigente Usa alla Cnn. "Non stiamo sollecitando moderazione in questo momento", ha detto la fonte. 

Biden

©Ansa

Forze israeliane liberano 30 persone nascoste in un kibbutz

Le Forze di Difesa israeliane (Idf) hanno liberato 30 persone che avevano trascorso tre giorni nascoste dopo che i militanti di Hamas avevano attaccato il loro kibbutz nel sud del Paese. Lo riferiscono i media israeliani. Le forze armate hanno raggiunto il gruppo nella tarda serata di ieri dopo aver ricevuto l'avviso che 16 israeliani e 14 cittadini tailandesi erano scomparsi, scrive il Times of Israel. Oggi ne hanno annunciato il salvataggio. Il gruppo viveva nel kibbutz di Ein Hashlosha, a pochi chilometri da Khan Younis, nel sud della Striscia di Gaza. Un ufficiale del Comando del Fronte Interno ha affermato che il salvataggio "ha portato un po' di luce". Non sono stati forniti altri dettagli su dove o come si fossero nascosti e un portavoce delle forze di Difesa ha rifiutato di commentare ulteriormente. 

Anp: "Israele ha usato munizioni al fosforo bianco a Gaza"

L'esercito israeliano ha usato munizioni al fosforo bianco nella Striscia di Gaza: lo ha detto il ministero degli Esteri palestinese sul social network X. "Le forze di occupazione israeliane hanno usato il fosforo bianco, che è proibito dalle convenzioni internazionali, contro i palestinesi nella zona di al-Karama della Striscia di Gaza".


Borrell: "I Paesi Ue sono contrari al blocco totale di Gaza"

"I ministri europei hanno concordato con la dichiarazione congiunta dell'Ue e dei Paesi del Golfo sul diritto di difendersi da parte di Israele ma nel rispetto del diritto internazionale e umanitario. Questo significa nessun blocco - dell'approvvigionamento, di cibo, acqua ed elettricità -  alla popolazione di Gaza". Lo ha detto l'Alto Rappresentante Ue per la Politica Estera Josep Borrell al termine del Consiglio Affari Esteri straordinario sulla guerra tra Israele e Hamas. 

Hezbollah rivendica attacco a carro armato israeliano

Hezbollah ha rivendicato l'attacco a un carro armato israeliano nei pressi dell'insediamento israeliano di Avivim a ridosso della Linea Blu di demarcazione tra Libano e Israele. In un comunicato diffuso dalla tv al Manar del movimento armato filo-iraniano si afferma: "La resistenza islamica (Hezbollah) ha lanciato due razzi teleguidati contro un carro armato sionista nei pressi dell'insediamento di Avivim e l'obiettivo è stato distrutto completamente". 

Mondo: I più letti