Guerra in Ucraina, Zelensky: "Donbass completamente distrutto, è un inferno"

Mondo

Il presidente ucraino, nel suo videomessaggio notturno, ha parlato di "un tentativo deliberato e criminale di uccidere quanti più ucraini possibile". E ha assicurato: "Troveremo e consegneremo alla giustizia tutti coloro che danno ed eseguono ordini criminali"

ascolta articolo

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha accusato la Russia di aver trasformato la regione orientale del Donbass in un "inferno". Nel suo videomessaggio notturno, il presidente ucraino ha detto che nella regione "gli occupanti stanno cercando di aumentare la pressione. È l'inferno e non è un'esagerazione" (LIVEBLOG SULLA GUERRA - LO SPECIALE). Ci sono "attacchi costanti sulla regione di Odessa, sulle citta dell'Ucraina centrale. Il Donbass è completamente distrutto", ha detto. "Tutto questo non ha e non può avere nessuna spiegazione militare per la Russia", ha aggiunto: "Questo è un tentativo deliberato e criminale di uccidere quanti più ucraini possibile".

"Consegneremo criminali alla giustizia"

approfondimento

Guerra Ucraina, cosa sappiamo sulle armi laser usate dalla Russia

"Il primo processo in Ucraina contro un criminale di guerra russo è già iniziato - ha detto ancora il presidente ucraino - e si concluderà con il pieno ripristino della giustizia nell'ambito del tribunale internazionale. Ne sono sicuro. Troveremo e consegneremo alla giustizia tutti coloro che danno ed eseguono ordini criminali".

Zelensky: "Missili russi su Desna"

Zelensky ha anche reso noto che "missili russi hanno colpito la notte scorsa il villaggio di Desna - nell'Ucraina settentrionale,vicino al confine con la Bielorussia - provocando "molti morti". 

Mondo: I più letti