Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Addio a Paul Polak, l'uomo che portò l'acqua potabile ai poveri

I titoli di Sky Tg24 delle 18 del 21/10

3' di lettura

Psichiatra, imprenditore e filantropo, aveva 86 anni. E' morto nella sua casa di Denver, in Colorado. La sua pompa meccanica venduta a prezzi stracciati migliorà la vita a decine di migliaia di famiglia nei Paesi in via di sviluppo

E' stato l'uomo che ha portato l'acqua potabile dove prima non c'era e ha insegnato ai poveri a fare i soldi. Ma anche l'inventore visionario che voleva salvare più di due miliardi di persone costrette a vivere con meno di due dollari al giorno. Paul Polak, psichiatra, filantropo, sognatore, è morto a 86 anni nella sua casa di Denver, Colorado, stroncato da un infarto.

La vita e la pompa meccanica in India e Bangladesh

Figlio di ebrei fuggiti dalla Cecoslovacchia prima dello scoppio della Seconda guerra mondiale, negli Stati Uniti Polak aveva conseguito la laurea in psicologia e lavorato come psichiatra per 22 anni. Con i risparmi, circa tre milioni di dollari, Polak aveva fatto investimenti in patrimoni immobiliari e acquisito una piccola compagnia petrolifera, per la quale aveva inventato un tipo di pompa meccanica che avrebbe segnato per sempre la sua vita futura. Negli anni '80 la moglie, una fedele della chiesa anabattista, lo aveva portato in Bangladesh dove la comunità religiosa stava portando avanti un progetto di assistenza. La vista di decine di poveri, persone che vivevano con appena trenta dollari al mese, contro gli allora 500 della gente di Denver, sconvolsero lo psichiatra al punto che decise di mettere le sue conoscenze al servizio dei più poveri, ma indicando una strada diversa: non attraverso le donazioni, ma fornendo un sistema per rendere le terre coltivabili e la vita meno difficile. L'idea della pompa meccanica divenne strategica: dal 1982 Polak mise in piedi un'azienda che cominciò a produrre centinaia di piccole pompe dell'acqua e depuratori da vendere a prezzi stracciati, 25 dollari l'una, alle famiglie in Bangladesh e India. Il punto forte era rappresentato dal fatto che il sistema inventato da Polak era in grado di fornire molta più acqua e a un costo minore rispetto agli strumenti offerti dalla Banca Mondiale. In  poco tempo migliaia di persone trasformarono i campi attorno in terreni coltivabili e l'acqua potabile migliorò le condizioni di vita.

La diffusione mondiale

A quel punto tutti volevano l'invenzione del dottor Polak. Il progetto si è esteso ad altre aree del mondo, dall'Asia al Sud America all'Africa. Si calcola che siano state aiutate, in modo diretto e indiretto, 2,6 miliardi di persone. "Invece di provare a diventare un Bill Gates o Donald Trump - aveva detto in un'intervista rilasciata pochi mesi fa - ho pensato che potevo fare qualcosa per gli altri, dopo essermi garantito la sicurezza economica. Accumulare più soldi non mi sarebbe servito a niente". 

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"