Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

È morto Robert Mugabe, ex presidente dello Zimbabwe

2' di lettura

È stato l'unico leader che il Paese abbia conosciuto dall'indipendenza nel 1980 fino al 2017, quando fu destituito da un colpo di stato militare. Il decesso è avvenuto a Singapore, dove si recava spesso per sottoporsi a cure mediche

L'ex presidente dello Zimbabwe, il primo del post-indipendenza, Robert Mugabe, è morto all'età di 95 anni a Singapore, dove negli ultimi anni si recava spesso per sottoporsi a cure mediche (FOTOSTORY). Ad annunciare ufficialmente il suo decesso, su Twitter, è stato il presidente Emerson Mnangagwa. "È con grande tristezza che annuncio la morte del padre fondatore dello Zimbabwe ed ex presidente, Robert Mugabe", si legge nel post dell'account presidenziale. Mugabe aveva guidato il suo Paese dal 1980 al 2017, quando fu spodestato da un colpo di Stato militare.

Il colpo di stato e le dimissioni

Nel novembre 2017, Mugabe aveva defenestrato Mnangagwa, all’epoca vicepresidente, con l'accusa di tramare contro di lui. Erano quindi entrati in scena i militari che avevano posto l’anziano leader agli arresti domiciliari accusandolo di voler provare a passare il potere alla sua seconda moglie Grace. Il partito al potere, lo Zanu-Pf, aveva espulso Mugabe e quindi presentato una mozione in Parlamento per il suo impeachment, procedura interrotta dalle dimissioni del leader il 21 novembre 2017. Mnangagwa, che intanto aveva lasciato il Paese per timore di essere arrestato, era tornato in patria dopo le dimissioni di Mugabe ed era stato confermato presidente dello Zimbabwe nelle elezioni del 2018.

Chi era Mugabe, al potere per 37 anni

A 93 anni, nel 2017, Robert Mugabe era fino alle dimissioni il più anziano e longevo capo di Stato del mondo in carica e l'unico leader che lo Zimbabwe avesse conosciuto dall'indipendenza nel 1980. Eroe della lotta contro il regime bianco segregazionista di Ian Smith succeduto al colonialismo britannico, Mugabe si era progressivamente trasformato in un dittatore, accusato di aver trascinato il suo Paese nel baratro di una catastrofica crisi economica e nell'isolamento internazionale. Stati Uniti ed Unione Europea lo consideravano persona non grata. Nel 1980, Mugabe vinse le prime elezioni dopo la fine del regime bianco di Smith e diventò primo ministro. Fino al 2017 ha sempre guidato il Paese, di cui è diventato presidente nel 1987. Nel 2007, con una modifica della Costituzione, Mugabe ha abolito il limite dei quattro mandati presidenziali.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"