Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

George Rosenkranz, morto a 102 anni uno dei padri della pillola anticoncezionale

3' di lettura

Il chimico ha lavorato come direttore delle ricerche per la casa farmaceutica Syntex. Nel 1951 è stato sintetizzato l’ormone progestina: efficacie per l’inibizione della gravidanza

Uno dei padri della pillola anticoncezionale, il chimico George Rosenkranz, è morto a 102 anni in California. Il ricercatore era un ebreo ungherese scappato dall’Europa durante la Seconda guerra mondiale. Rosenkranz si è rifugiato prima a Cuba e poi in Messico, dove ha lavorato come direttore delle ricerche per la Syntex, una casa farmaceutica. Qui il ricercatore ha messo in piedi un gruppo di studio che ha lavorato nel campo degli ormoni.

Nel 1951 la pillola si è rivelata efficacie per l’inibizione della gravidanza

Rosenkranz era direttore delle ricerche per la Syntex e lavorava con due colleghi: un rifugiato austriaco, Carl Djerassi, e uno studente, Luis Miramontes. I ricercatori sono riusciti a sintetizzare la progestina: il 15 ottobre 1951 la pillola si è rivelata efficacie per l’inibizione della gravidanza. Aveva il merito di non costare molto ed era di facile uso: bastava assumerla per via orale, con un bicchiere d'acqua.

L’uso della pillola: punto di svolta nei costumi

In cinque anni è stata dimostrata l’efficacia della pillola e l’assenza di rischi legati all’uso. Tuttavia, inizialmente le imprese erano restie nel commercializzare il prodotto creato da Rosenkranz. Il clima degli anni Sessanta però si è dimostrato più favorevole e la pillola è stata rilasciata da altri ricercatori della Syntex, guidati da M.C. Chang, Gregory Pincus e John Rock. L'uso della pillola si è diffuso rapidamente, segnando una svolta dal punto di vista dei costumi.

Il rapimento della moglie

Autore di centinaia di libri, il "padre della pillola" ha vissuto anche momenti drammatici. Come quando la moglie, nell'84, è stata rapita da un gruppo di persone, che hanno poi richesto un riscatto. Rosenkranz è riuscito a salvarla attraverso la raccolta in poco tempo di un milione di dollari. La donna è stata liberata, i rapitori - tra cui una conoscenza di Rosenkranz – sono stati arrestati, e il riscatto riconsegnato.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"