Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Sudafrica, bracconiere ucciso da un elefante e sbranato dai leoni

I titoli di Sky Tg24 delle 8 del 8/4/2019

3' di lettura

L'uomo era entrato nel Kruger National Park con altre quattro persone, probabilmente intenzionato a uccidere dei rinoceronti. Gli agenti hanno ritrovato soltanto un teschio umano e un paio di pantaloni

Un uomo, sospettato di essere un bracconiere, è stato ucciso da un elefante all'interno del Kruger National Park, in Sudafrica. Dopo l'uccisione, i suoi resti sono stati divorati da un branco di leoni. A dare l'allarme, la famiglia della vittima, a sua volta allertata da altre persone che con lui si erano introdotte nel parco.

Un attacco improvviso

Secondo la ricostruzione ufficiale del Kruger National Park, l'uomo si sarebbe introdotto nel parco con alcuni complici giovedì 4 aprile. Il gruppo aveva intenzione di cacciare rinoceronti di frodo. Secondo il portavoce della polizia Leonard Hlath,i il sospetto bracconiere sarebbe stato attaccato all'improvviso dall'elefante e non avrebbe avuto scampo. A quel punto i complici dell'uomo avrebbero portato il corpo su una strada prima di lasciare il parco, in modo che il cadavere fosse ritrovato la mattina seguente, e avvisato la famiglia della vittima.

La scomparsa dei resti

Allertati dai familiari dell'uomo, i Rangers del parco si sono recati sul luogo, ma senza riuscire a localizzare il corpo. Secondo le prove rinvenute sul terreno, un gruppo di leoni avrebbe divorato i suoi resti, lasciando solo un teschio e un paio di pantaloni, ritrovati nella sezione Crocodile Bridge del parco. Glenn Phillips, manager esecutivo del parco, ha dichiarato: "Entrare illegalmente nel Kruger National Park a piedi è poco saggio, porta molti pericoli e questo incidente ne è la prova". Il direttore ha voluto anche porgere le sue condoglianze alla famiglia della vittima. Mentre la polizia continua ad investigare sul caso, altri quattro potenziali bracconieri, complici dell'uomo rimasto uscciso, sono stati arrestati e verranno sottoposti a processo.

La caccia di frodo ai rinoceronti

Non è la prima volta che un bracconiere viene ucciso da un animale in Sudafrica. Lo scorso anno un uomo è stato attaccato e divorato da un branco di leoni nella provincia di Limpopo, riporta la stampa locale. Il numero di rinoceronti uccisi in Sud Africa è in calo dal 2014 ma, come riporta Reuters, la domanda di corni resta alta. Più di 500 esemplari sono stati uccisi e privati della preziosa appendice nei primi mesi del 2018. Per capire le dimensioni della caccia di frodo basta guardare i numeri degli esemplari: nel Kruger National Park ci sono circa 5mila rinoceronti. Nel 2014 erano 9mila.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"