Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Regno Unito, arriva il cibo per cani a base di insetti

Le larve di mosca soldato nera, da cui viene prodotto l'alimento di Yora (Foto: Getty Images)
2' di lettura

La startup Yora ha lanciato sul mercato il primo prodotto di questo tipo sul territorio nazionale. Le larve di Hermetia illucens forniscono il 40% delle proteine e potrebbero essere una soluzione al massiccio impatto ambientale della produzione di pet-food

Il primo cibo per cani a base di insetti sbarca nel Regno Unito. Si tratta di crocchette secche fatte con larve di mosca, messe sul mercato dall'azienda Yora. La novità potrebbe rappresentare un deciso passo avanti verso la produzione più sostenibile di alimenti per gli animali, che al momento ha un notevole impatto sull'ambiente.

Le crocchette di larve di mosca

Il prodotto sviluppato dalla startup Yora contiene larve di mosca soldato nera (Hermetia illucens il nome scientifico) che vengono allevate nei Paesi Bassi grazie a vegetali di scarto e forniscono il 40% delle proteine dell'alimento. Altri ingredienti sono le patate, l'avena e la barbabietola: la confezione più piccola, quella da 1,5 chili, costa 14 sterline e la consegna è gratuita. "Abbiamo testato 29 ricette per trovare la perfetta combinazione di ingredienti gustosi e siamo molto orgogliosi del risultato finale", ha spiegato al quotidiano The Guardian Tom Neish, il fondatore di Yora, sottolineando come sia gli uomini che gli animali hanno sempre mangiato insetti durante il loro processo evolutivo. Il prossimo passo potrebbe essere un alimento umido con le stesse caratteristiche.

I benefici per l'ambiente

Il consumo di insetti nei mangimi per gli animali potrebbe abbassare considerevolmente la quantità di risorse necessarie per confezionare questi alimenti. Si stima infatti che il cibo di cani, gatti e altre mascotte sia responsabile di un quarto dell'impatto ambientale legato alla produzione di carne e, riporta il Guardian, gli animali domestici consumerebbero circa il 20% di pesce e carne prodotti in tutto il mondo. Gli insetti, che sono una fonte considerevole di proteine considerato il rapporto con la loro grandezza, potrebbero quindi ridurre il consumo di acqua, carburante e pesticidi se utilizzati su larga scala e a livello globale. "Un cucchiaio di uova di mosche genera in 14 giorni circa 100 chili di larve ad alto contenuto proteico" dice Neish. Sicuramente una buona notizia per i padroni dei circa 9 milioni di cani del Regno Unito: impossibile invece sapere se la novità verrà apprezzata anche dai diretti interessati.

 

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"