Migranti, Merkel-Macron: risposta europea, accogliere esigenze Italia

3' di lettura

La cancelliera ha ricevuto a Meseberg il presidente francese per un trilaterale anche con Juncker. "Migrazione la concepiamo come sfida comune", ha detto. Il presidente francese: "D'accordo con Germania su respingimenti". Parigi e Berlino: volontà di riformare Eurozona

Un segnale di vicinanza all'Italia sulla questione migranti (LO SPECIALE) arriva dall'incontro tra la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Emmanuel Macron. I due leader si sono visti a Meseberg, in Germania, in occasione di un trilaterale dov'è presente anche il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker.  "Accoglieremo le valutazioni dell'Italia sulla migrazione", ha detto Merkel sottolineando come l'Italia sia un Paese particolarmente esposto. Poi aggiunge: "La migrazione la concepiamo come sfida comune. Il nostro obiettivo resta una risposta europea. Vogliamo evitare che l'Europa si divida. Noi sosteniamo le proposte della Commissione e il rafforzamento di Frontex". L'immigrazione illegale, per la cancelliera, deve "essere ridotta" e si deve consentire a quella legale di arrivare perché "gli scafisti e trafficanti di uomini non possono decidere chi arriva in Europa". Mentre Macron ricorda: "In Europa servono più sovranità e più compattezza".

Macron: "D'accordo con Germania sui respingimenti"

Tra Macron e Merkel c'è sintonia anche sul tema dei migranti respinti: "Concordiamo sul fatto che quei migranti che vengono registrati in un Paese e vanno in un altro devono essere rimandati indietro al più presto". Nei giorni scorsi, infatti, il ministro dell'Interno Horst Seehofer ha detto di voler avviare la preparazione della misura dei respingimenti dei migranti alle frontiere. Lo stesso Seehofer ha affermato che senza un accordo Ue sul tema entro la fine di giugno, la Germania renderà operativi i respingimenti. Intanto, durante la conferenza stampa, Angela Merkel ha voluto rispondere all'attacco di Donald Trump che aveva criticato le politiche tedesche sul tema dell'immigrazione, vista come causa di criminalità. "La mia risposta - dice la cancelliera - è che il ministero dell'Interno ha pubblicato le statistiche federali sul crimine, e che queste parlano da sé. Vediamo sviluppi positivi. Dobbiamo fare comunque sempre di più contro la criminalità. Ma siamo di fronte a numeri incoraggianti sui cui continuare a lavorare per ridurre la criminalità".

Volontà comune di riformare l'Eurozona

Dopo aver fatto riferimento alle problematiche legate ai flussi migratori, Angela Merkel ed Emmanuel Macron hanno parlato dei progetti comuni di Germania e Francia sulle riforme dell'Eurozona: "Oggi è una buona giornata per la collaborazione franco-tedesca, abbiamo raggiunto un buon risultato: siamo a favore di un budget dell'eurozona e della trasformazione del Meccanismo di solidarietà europeo (Esm) in un fondo monetario europeo", ha detto Merkel. Dello stesso avviso l'inquilino dell'Eliseo: "Le riforme dell'Eurozona non si possono realizzare senza una chiara volontà e una visione comune, e questo è quello che vogliamo esprimere oggi qui con chiarezza". Lo stesso Macron ha citato come prioritarie l'unione bancaria, la trasformazione dell'Esm, che potrà aiutare la stabilità in Europa, e la creazione di un budget per l'Eurozona, affermando che si tratta di "riforme a cui lavoriamo da tempo".

Data ultima modifica 19 giugno 2018 ore 18:10

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"