Francia, indagato braccio destro di Macron per conflitto di interessi

Alexis Kohler, segretario generale dell'Eliseo (Ansa)
2' di lettura

La procura nazionale finanziaria francese ha aperto un’inchiesta su Alexis Kohler, segretario generale dell’Eliseo. L’accusa, nata da una denuncia di un’associazione anticorruzione, riguarda i suoi legami familiari con l’armatore MSC

La procura nazionale finanziaria francese ha annunciato l'apertura di un'inchiesta su Alexis Kohler, segretario generale dell'Eliseo e braccio destro del presidente Emmanuel Macron. L’accusa, nata da una denuncia dell'associazione anticorruzione "Anticor", è di conflitto di interessi e corruzione passiva. Pesano i legami di parentela di Kohler con l’armatore italo-svizzero Mediterrean Shipping Company (MSC), fondata e diretta dai cugini della madre. MSC, che è cliente di primo piano dei cantieri navali francesi di Saint-Nazaire (STX), ha svolto un ruolo essenziale nelle trattative con lo stato francese sul futuro dei cantieri. Nella denuncia, Anticor rimprovera innanzitutto a Kohler di aver accettato di sedere come rappresentante dello stato nel consiglio di amministrazione di STX France dal 2010 al 2012, mentre, secondo l’associazione, "non poteva ignorare che esisteva un conflitto d’interessi”.

L’Eliseo: "Sospetti totalmente infondati"

Decisa la replica dell’Eliseo, che definisce i "sospetti totalmente infondati". "Il signor Kohler – aggiungono – ha sempre tenuto informata la sua gerarchia sui legami personali che aveva con il gruppo MSC. Si è quindi sistematicamente tenuto da parte rispetto ad ogni discussione ed ogni decisione legata a quest’azienda". Il caso è ora in mano alla brigata di repressione della delinquenza finanziaria della prefettura di Parigi.

Leggi tutto
Prossimo articolo