Toronto, bomba in un ristorante indiano: 15 feriti

2' di lettura

Lo scoppio nella tarda serata del 24 maggio a Mississauga, sobborgo di Toronto. Secondo la polizia l'ordigno sarebbe stato piazzato e fatto detonare da due uomini a volto coperto, che ora sono in fuga

È di almeno 15 feriti, tra i quali tre gravi, il bilancio dell'esplosione di un ordigno artigianale avvenuta in un ristorante indiano a Mississauga, sobborgo della città canadese di Toronto. È quanto reso noto dalla polizia canadese che ha precisato che la deflagrazione sarebbe avvenuta il 24 maggio alle 22:30 locali (le 4.30 di venerdì in Italia).

Ordigno piazzato da due uomini

Secondo quelle che sono le prime informazioni, l'ordigno sarebbe stato piazzato e fatto esplodere da due individui a volto coperto, ripresi dalle telecamere a circuito chiuso del locale. Dopo la deflagrazione dell'ordigno i due presunti responsabili si sarebbero dati alla fuga e sono attualmente ricercati dalle autorità. Nell'incidente circa 15 persone rimaste ferite sono state portate in ospedale e, secondo le informazioni diffuse su Twitter dal Servizio Paramedico Regionale di Peel, tre dei feriti hanno riportato lesioni gravi. L'esplosione arriva a un mese dopo l'attentato di Toronto, in cui un autista si lanciò sulla folla con un van uccidendo 10 persone e ferendone 15.

Caccia ai due uomini: l'appello della Polizia

La polizia canadese, dopo l'esplosione di ieri sera, sta dando la caccia a due sospetti. Lo riferisce la stessa polizia via Twitter facendo appello a possibili testimoni. I due uomini, immortalati dalle telecamere a circuito chiuso del ristorante, sembrano ventenni, entrambi con il volto coperto. Il primo sospettato è descritto come un maschio sulla ventina alto circa un metro e ottanta centimetri, dalla pelle chiara e la corporatura robusta. Secondo la descrizione vestirebbe un jeans blu scuro, cappuccio con cerniera lampo tirato sulla testa e un berretto da baseball con visiera grigio chiaro. Il secondo uomo sarebbe invece alto un metro e ottanta, dalla pelle chiara e corporatura magra. Secondo gli agenti, il sospettato vestirebbe dei blue jeans sbiaditi, una t-shirt grigia e scarpe da skateboard colore scuro.

Data ultima modifica 25 maggio 2018 ore 08:35

Leggi tutto
Prossimo articolo