India, almeno 90 morti per una tempesta di pioggia e sabbia

2' di lettura

L'evento si è abbattuto il 2 maggio nel Nord del Paese, negli Stati di Uttar Pradesh e Rajasthan, sradicando alberi e abbattendo intere abitazioni. Il primo ministro Narendra Modi ha espresso le sue condoglianze alle famiglie e ha promesso aiuti rapidi alla popolazione

È di almeno 90 morti e oltre 140 feriti il bilancio della tempesta di pioggia e sabbia che il 2 maggio si è abbattuta nel Nord dell'India. Lo riferisce Ndtv di Nuova Delhi secondo cui l'evento atmosferico ha colpito soprattutto gli Stati settentrionali di Uttar Pradesh e Rajasthan.

Le vittime e i danni

Stando alle prime notizie diffuse da fonti ufficiali, la tempesta ha sradicato alberi, abbattuto intere abitazioni e compromesso le linee elettriche e telefoniche. Decine le vittime, molte delle quali sono morte nel sonno a causa del crollo dei tetti delle loro abitazioni. Nello Stato dell'Uttar Pradesh, dove i venti hanno raggiunto la velocità di 130 chilometri orari, si contano, al momento, 64 vittime, 36 delle quali solamente nel distretto di Agra, conosciuto soprattutto per il Taj Mahal, celebre mausoleo. Nel vicino Rajasthan, la cifra dei morti accertati è ferma a 27 persone, principalmente nei distretti di Bharatpur, Alwar, Dhaulpur e Jhunjhunu. La tempesta ha colpito anche la capitale Nuova Delhi, dove non sono stati registrati decessi o danni.

Problemi negli aeroporti

Secondo quanto riferito dalle autorità, l'improvvisa raffica di vento è durata non più di pochi minuti, ma è stata sufficiente a creare forti disagi alle operazioni aeroportuali. Quindici voli, tra cui due internazionali, sono stati dirottati. La tempesta ha colto di sorpresa le persone dal momento che la stagione dei monsoni è ancora a più di sei settimane di distanza. Vasundhara Raje, primo ministro dello stato del Rajasthan, ha definito l'episodio uno "sfortunato incidente", aggiungendo in un post su Twitter di aver dato disposizioni per "iniziare immediatamente il lavoro di soccorso e ripristinare i servizi pubblici".

Le condoglianze di Modi

"Addolorato dalla perdita di vite dovute alle tempeste di sabbia in varie parti dell'India. Condoglianze alle famiglie in lutto. Che i feriti si riprendano presto". Questo il commento del primo ministro indiano Narendra Modi che su Twitter ha fatto sapere di aver chiesto ai funzionari "di coordinarsi coni rispettivi governi statali e di lavorare per aiutare coloro che sono stati colpiti".

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"