Spagna, a Palma stop agli appartamenti affittati ai turisti

La sede del comune di Palma, a Maiorca (Archivio Getty Images)
2' di lettura

Il provvedimento sarà approvato giovedì 26 aprile ed entrerà in vigore a luglio. Punta a regolamentare un mercato che negli ultimi hanni ha fatto impennare il costo delle abitazioni nel capoluogo delle Baleari

Palma sarà la prima città della Spagna a proibire di affittare ai turisti gli appartamenti all'interno dei condomini. Lo ha deciso la giunta del capoluogo delle Baleari per mettere un freno al dilagare degli affitti in nero. Il provvedimento entrerà in vigore a luglio, nel pieno della stagione estiva.

Oltre 20mila affitti, quasi tutti irregolari

Come riporta la stampa spagnola, diversi studi e analisi commissionati dall'amministrazione locale hanno rivelato che l'offerta di affitti turistici non regolamentati a Palma è aumentata del 50% tra 2015 e 2017, fino a raggiungere i 20mila posti in totale. Un numero enorme, se si pensa che in tutta la città le abitazioni con licenza sono soltanto 645. Da qui, la decisione storica del governo cittadino, formato da una coalizione di centrosinistra, che a partire dal luglio prossimo permetterà ai turisti di risiedere solo in abitazioni unifamiliari e hotel.

Applicazione di una legge del Parlamento

Già lo scorso anno, ad agosto, la riforma della Legge generale sul Turismo del Parlamento della Comunità autonoma delle Baleari aveva proibito l'affitto di appartamenti per le vacanze, lasciando però a ciascun municipio la possibilità di decidere in quali quartieri applicare il provvedimento. A quasi un anno di distanza, l'amministrazione della città, situata sull'isola di Maiorca ha deciso di considerare Palma come un'unica zona, estendendo dunque la restrizione a tutto il suo territorio: restano escluse soltano le aree adiacenti all'aeroporto, le zone industriali e alcune località protette di campagna. Il sindaco Antoni Noguera ha spiegato che il provvedimento, al voto definitivo giovedì, sarà preso "per tutelare i residenti".

Multe fino a 400mila euro

Sempre secondo gli studi, infatti, il 48% degli appartamenti viene affittato per periodi compresi tra sette e otto mesi, cosa che rende difficile l'accesso al mercato a chi cerca un'abitazione residenziale. Inoltre, proprio a causa del turismo, gli affitti sono aumentati vertiginosamente negli ultimi anni, portando Palma ad essere la seconda città spagnola per costo degli affitti, seconda solo a Barcellona. Secondo Noguera, il divieto contribuirà a ridurre queste anomalie. Anche perché le multe previste per chi trasgredisce possono arrivare fino a 400mila euro.

Leggi tutto
Prossimo articolo