A rischio i voli Russia-Usa: problemi di visto per i piloti Aeroflot

Il ritardo dei rilasci dei visti Usa potrebbe bloccare i voli Aeroflot diretti negli Stati Uniti
2' di lettura

Il ministero degli Affari Esteri di Mosca ha rilasciato una nota in cui lamenta tempi di attesa superiori a 250 giorni per il rilascio di un visto d'entrata negli Usa ai membri degli equipaggi russi. L'ambasciata statunitense replica: "Falso"

I collegamenti aerei diretti fra Russia e Stati Uniti sono a rischio a causa dei problemi riscontrati dagli equipaggi russi nell'ottenere i necessari visti. Lo ha annunciato il ministero degli Esteri russo in una nota.

Possibile stop ai voli Aeroflot

Nel suo documento il ministero ha affermato che l'aumento dei ritardi nel rilascio dei visti potrebbe comportare la cancellazione dei voli verso gli Stati Uniti effettuati dalla compagnia di bandiera Aeroflot. Quest'ultima, di proprietà statale, è l'unica compagnia aerea russa con voli programmati per tutto l'anno diretti negli Usa. Nel comunicato ministeriale vengono lamentati i tempi di attesa per effettuare le interviste necessarie a coloro che richiedono il visto. Tempi che, secondo gli Affari Esteri russi, sarebbero stati allungati fino a 250 giorni. "In altre parole – riporta la nota del ministro - è inutile richiedere un visto". Problemi confermati direttamente dal Cremlino. "Queste difficoltà sono state create deliberatamente perché i tagli ai diplomatici non hanno influenzato la sezione consolare", ha spiegato il portavoce Dmitri Peskov, precisando che la responsabilità "ricade sugli Usa".

La posizione di Aeroflot

Da parte sua la compagnia aerea, citata dall'agenzia di stato Tass, ha confermato i problemi relativi al rilascio dei visti per i suoi equipaggi. "Noi di Aeroflot – riporta Tass citando un portavoce Aeroflot- confermiamo l'emergere di un problema con l'ottenimento di visti statunitensi per i nostri equipaggi". Nessun ulteriore dettaglio è stato fornito da parte dell'azienda. Il ministero, da parte sua, ha ribadito che la responsabilità di rilasciare in anticipo i visti per il personale di volo è documentata nell'accordo sui trasporti aerei russo-statunitensi del 1994.

La replica degli Stati Uniti

"Le dichiarazioni secondo cui i membri degli equipaggi di Aeroflot non sono in grado di ottenere i visti in Russia sono semplicemente false". E' stata la replica del portavoce dell'ambasciata degli Stati Uniti, Andrea Kalan, a Interfax. Secondo quanto dichiarato da Kalan i consolati Usa in Russia riservano agli equipaggi degli aerei "appuntamenti dedicati", ma molti di questi slot "non vengono utilizzati". Kalan ha cercato di stemperare i toni definendo l'allarme russo come "controproducente" e ha esortato gli equipaggi a sfruttare i "canali dedicati".

Leggi tutto
Prossimo articolo