Algeria, aereo militare si schianta dopo il decollo: almeno 257 morti

2' di lettura

A fornire l'ultimo bilancio è la televisione di Stato algerina. Il velivolo è precipitato nei pressi dell'autostrada che collega Boufarik a Blida, a sud-ovest della capitale Algeri (nella foto il tweet di Algeria24)

Sono almeno 257 le vittime dello schianto di un aereo militare precipitato vicino alla base aerea di Boufarik, circa trenta chilometri a sud di Algeri. L'aereo militare è precipitato in Algeria questa mattina verso le 8 ora locale (le 9 in Italia). Si è schiantato al suolo poco dopo essere decollato dall'aeroporto di Boufarik, a sud-ovest della capitale.

Lo schianto subito dopo il decollo

L'aereo militare, un Ilyushin, era diretto a Bechar. Secondo un "esperto militare", citato in un tweet dall'emittente algerina Ennahar, si tratta di uno dei migliori velivoli sul piano meccanico e tecnico. 

La ricostruzione

Secondo quanto appreso sino ad ora, l'aereo si è schiantato poco dopo il decollo da un'altezza di circa 300 metri. Secondo il sito “Dernieres Infos d'Algérie”, per le operazioni di soccorso operano 60 ambulanze, 30 veicoli dei vigili del fuoco e 350 soccorritori, secondo quanto riferisce il sito dell'Algeria Press Service, l'agenzia Aps. Tra i passeggeri a bordo c’erano 26 membri del Fronte Polisario (un’organizzazione militante e un movimento politico attivo nel Sahara Occidentale), la cui morte è stata confermata dalla rappresentanza in Algeria del movimento che si batte per l'indipendenza del Sahara occidentale dal Marocco.

"A bordo c'erano 400 persone"

Un "esperto in questioni di aviazione, sicurezza e difesa" intervistato da Al Jazeera ha riferito che a bordo c'erano 400 soldati e circa 250 sono morti. Fra questi, dieci membri dell'equipaggio. Secondo l'esperto, l'incendio si sarebbe sviluppato in due dei motori e gli altri non sono riusciti a tenere in volo l'aereo.

Il peggior disastro aereo dal 2014

Il disastro aereo di oggi in Algeria è il più grave al mondo dopo quello del luglio 2014 in cui morirono tutti i 298 passeggeri del volo MH17 della Malaysian Airlines abbattuto nei cieli dell'Ucraina orientale. Lo segnala il sito della Bbc.

Commissione d'inchiesta

Il viceministro della Difesa nazionale e capo di Stato maggiore dell'Esercito popolare algerino, Ahmed Gaid Salah, "ha ordinato la formazione immediata di una commissione d'inchiesta per chiarire le cause dell'incidente". Ha poi interrotto una visita a un'altra base militare per andare "sui luoghi dell'incidente per ispezionare le perdite e i danni e prendere le misure necessarie", si legge nella nota.

Data ultima modifica 11 aprile 2018 ore 13:56

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"