"Troppe ore di lavoro": a Seul pc di impiegati verranno spenti prima

Foto d'archivio Getty
2' di lettura

L'amministrazione della capitale sudcoreana vuole incoraggiare i propri dipendenti ad andare a casa più presto in modo da ridurre lo stress per il lavoro eccessivo. Si arriverà gradualmente allo spegnimento dei computer alle 19 di ogni venerdì

Seul, capitale della Corea del Sud, ha deciso di ridurre la quantità di ore di lavoro e di straordinari dei propri impiegati. Così, riporta la Bbc, questo venerdì i computer degli uffici dovranno essere spenti alle 8. Il provvedimento sarà progressivo: i pc saranno chiusi alle 19.30 del secondo e quarto venerdì del mese, fino a entrare a pieno regime con lo stop alle 19 di ogni venerdì. La Corea del Sud è una delle nazioni con più “ore lavorate” al mondo: è stato stimato che i sudcoreani lavorano circa mille ore in più all’anno rispetto agli altri Paesi sviluppati.

Corea del Sud da record per le ore di lavoro

Il provvedimento dell’amministrazione di Seul riguarderà inizialmente i computer del municipio e l’edificio annesso di Seosomun, ma presto verrà adottato anche in altri edifici governativi come il dipartimento delle infrastrutture. Quello delle ore di lavoro eccessive in Corea del Sud, e del relativo stress con una peggiore qualità della vita, è un problema rilevante ormai da diversi anni. Secondo l’agenzia di stampa coreana Yonhap, un impiegato pubblico sudcoreano lavora in media 2738 ore all’anno, contro le 1763 in media dei Paesi Ocse. Il Parlamento di Seul recentemente ha approvato una riforma che riduce la settimana lavorativa (di 6 giorni) da 68 ore a 52 ore: la giornata, quindi, è passata quindi da circa 11 ore a 8 ore e mezza.

Leggi tutto
Prossimo articolo