Russia, lingotti d’oro persi da un aereo in Siberia durante decollo

Un aereo cargo An-12 pronto al decollo in Russia (Archivio GettyImages)
2' di lettura

Il velivolo stava partendo dall’aeroporto di Yakutsk, in Russia, quando sono cadute da un portello aperto oltre 3 tonnellate del prezioso carico

Quasi tre tonnellate e mezzo di lingotti d’oro sono letteralmente ‘piovute’ sulla pista di un aeroporto siberiano: un cargo An-12, che trasportava circa nove tonnellate di oro, ha infatti perso parte del suo carico per via di un portellone rotto in fase di decollo.

L'incidente

Il velivolo, riporta l'agenzia stampa Interfax, era decollato dall'aeroporto di Yakutsk e l'incidente è stato causato dai forti venti. Dopo l'accaduto, l'aero è atterrato al vicino aeroporto di Magan, a 12 chilometri da Yakutsk, senza nessuna conseguenza per i cinque membri dell'equipaggio.

Le ricerche

Almeno 172 lingotti di oro, del peso complessivo di 3,4 tonnellate, sono stati recuperati dalla pista dell'aeroporto come ha fatto sapere una fonte del ministero dell'Interno all'agenzia di stampa russa Tass. Altri potrebbero tuttavia essere finiti nella tundra gelata. Pare che il carico, il cui valore supera i 305 milioni di euro, non fosse stato adeguatamente fissato nella stiva dell'aereo. In seguito all'episodio, sono stati arrestati i tecnici addetti al decollo dell’aeroporto di Yakutsk.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"