Cynthia Nixon in politica: sfida a Cuomo per lo stato di New York?

Cynthia Nixon parla durante la cerimonia di insediamento del sindaco di New York Bill de Blasio l'1 gennaio 2014 (foto: Getty Images)
2' di lettura

La "Miranda Hobbes" della celebre serie tv americana "Sex and the City" starebbe valutando la candidatura alle primarie democratiche del prossimo settembre

Cynthia Nixon, la Miranda Hobbes della celebre serie tv americana "Sex and the City", starebbe pensando di sfidare il governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo nelle primarie democratiche del prossimo settembre. La Nixon, nota anche per aver fatto coming-out, ha avviato i contatti con alcuni analisti democratici. Se dovesse essere eletta nelle elezioni di novembre, potrebbe diventare la prima donna a ricoprire questo incarico.

L'impegno della Nixon

La Nixon è da tempo impegnata sul fronte della scuola, ma recentemente avrebbe cominciato ad interessarsi anche ad altri settori come quello dei trasporti, tema particolarmente delicato per Cuomo a causa della crisi della metropolitana di New York, gestita da un ufficio che fa capo al governatore. Per mesi l'attrice ha criticato pubblicamente il potenziale rivale. L'idea dell'attrice di candidarsi sembra quindi concreta, stando a quanto riferito dai due strateghi liberal allineati con il sindaco Bill de Blasio, Bill Hyers e Rebecca Katz. "Molti newyorchesi - ha detto la portavoce  Rebecca Capellan - incoraggiano Cynthia a candidarsi e lei sta continuando a esplorare la sostenibilità della decisione".

Duello elettorale

Recentemente, la Human Rights Campaign, organizzazione per i diritti delle persone omosessuali, ha dato a Cuomo il proprio endorsement, complicando un po' le ambizioni politiche della Nixon. La legalizzazione dei matrimoni tra persone dello stesso sesso nello Stato di new York si deve, infatti, proprio al governatore di origini italiane. Questa misura ha permesso, tra l'altro, alla Nixon di sposare nel 2012 la compagna Christine Marinoni. La corsa alle primarie, quindi, se dovesse concretizzarsi porterebbe ad avere una celebrità al debutto in politica da una parte e un veterano con già due mandati alle spalle dall'altra. La sfida per il terzo mandato (Cuomo è governatore dal 2010) potrebbe inoltre avere ripercussioni anche sulla corsa alla Casa Bianca nel 2021.

Leggi tutto
Prossimo articolo