Ong britannica autodenuncia casi di abusi su minori

(Foto d'archivio: Getty Images)
2' di lettura

L'organizzazione umanitaria Plan International rivela casi di abusi sessuali, anche su minori, perpetrati da membri del suo staff o collaboratori. Sei
episodi tra luglio 2016 e giugno 2017

Dopo lo scandalo che ha colpito Oxfam e altre ong, un'altra organizzazione umanitaria britannica, Plan International, autodenuncia casi di abusi sessuali, anche su minori, da parte di membri del suo staff o di suoi collaboratori.

L'autodenuncia

"Nessuna organizzazione, inclusa Plan International, è immune da abusi di potere: dal primo luglio 2016 al 30 giugno 2017, abbiamo avuto 6 casi confermati di abuso e sfruttamento sessuale di bambini da parte di personale o collaboratori", si legge in una nota pubblicata sul sito della ong. Un caso ha coinvolto un membro dello staff e gli altri cinque dei collaboratori. Tutte e sei queste persone sono state allontanate dall'organizzazione e alle vittime e alle loro famiglie è stato fornito supporto, anche medico e psicosociale.

I casi sugli adulti

Plan International ha aggiunto che "durante lo stesso periodo", fra 2016 e 2017, "ci sono stati nove casi confermati di molestie sessuali o comportamenti impropri da parte dello staff. Episodi conclusi con 7 licenziamenti". Gli altri due hanno ricevuto un avvertimento per aver usato linguaggio inappropriato. Tutti i casi hanno riguardato persone adulte.

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"