Volevano fabbricare bombe: due fratelli gemelli arrestati a New York

Foto d'archivio (getty)
2' di lettura

I due avevano accumulato 14 chili di esplosivo. Gli investigatori hanno anche trovato un diario in cui si parlava di una "Operazione carne". Il sindaco De Blasio: “Probabilmente salvate molte vite”. Fbi: "Fermati non sono legati a gruppi terroristici"

Un ex insegnante di scuola superiore e suo fratello gemello, 27 anni, sono stati arrestati a New York, nel quartiere Bronx, perché accusati di fabbricare bombe. I due avevano accumulato 14 chili di esplosivo. A riportare la notizia diversi media statunitensi, tra cui il New York Times. L’ex docente avrebbe pagato gli studenti delle scuole superiori 50 dollari l'ora per estrarre polvere da sparo da fuochi d'artificio. Con gli arresti, gli agenti "probabilmente hanno salvato molte vite", ha detto il sindaco di New York Bill de Blasio su Facebook.

In un diario i due parlavano di “Operazione carne”

Gli investigatori hanno anche trovato un diario in cui si parlava di una "Operazione carne" e un foglio con la scritta: "Sotto la luna piena i piccoli conosceranno il terrore". La polizia non ha fornito tuttavia dettagli su un possibile movente, un obiettivo o piani concreti di fare esplodere un ordigno.

Fbi: no legami con terrorismo

I due fratelli non hanno legami con gruppi terroristici. Lo riferisce l'Fbi. L'insegnante ha spiegato di aver scaricato da internet e consultato istruzioni per fabbricare bombe perchè stava studiando l'attentato alla maratona di Boston nel 2013. I due gemelli compariranno il 19 marzo davanti a un giudice per l'udienza preliminare.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"