Trionfo Eagles al Super Bowl. Ologramma di Prince emoziona lo stadio

3' di lettura

Per la prima volta la squadra di Filadelfia conquista la vittoria alla finale della Nfl, battendo per 41 a 33 i favoritissimi dei New England Patriots di Boston. Nello show dell'half time duetto tra brividi tra la pop star scomparsa nel 2016 e Justin Timberlake

Filadelfia entra nella storia del football americano. Per la prima volta gli Eagles trionfano nel Super Bowl battendo per 41 a 33 i favoritissimi dei New England  Patriots di Boston, quelli che il titolo lo hanno già vinto sei volte, l'ultima lo scorso anno.Ma l'emozione più grande nella notte di Minneapolis non ha a che fare con lo sport ma con un grande artista come Prince, che grazie ad un ologramma si è materializzato nella sua città, nel modernissimo Us Bank Stadium nel corso del tradizionale show musicale dell'half time, incantando il pubblico con la sua voce. Per i fan, ma non solo, un duetto da brividi con Justin Timberlake sulle note di 'I Wolud Die 4 You'. Un omaggio alla pop star morta nell'aprile 2016 per un'overdose di farmaci.  Le immagini di Prince sono state tratte dal film "Purple rain". La performance è stata eseguita nonostante la compagna di Prince, Sheila E, avesse espresso nei giorni scorsi la sua contrarietà.

Fatale l'errore di Tom Brady

Tornando all'incontro, stavolta ai Patriots non è bastato Tom Brady, star assoluta della Nfl, per imporsi. Anzi, è stato proprio uno sbaglio del quarterback più famoso d'America a spegnere nei minuti finali ogni residua speranza dei campioni in carica. Le lacrime in tribuna di Vivian, la figlia di cinque anni, e di Giselle, la moglie top model, rimarranno tra i ricordi della serata. E gia' si specula se la finalissima di Minneapolis, la piu' gelida della storia con una temperatura esterna allo stadio di 22 gradi sotto lo zero, sia la fine di un'era di predominio assoluto di Boston e del suo fuoriclasse, che a 40 anni deve decidere il suo destino. Mentre l'erede gà brilla e illumina la notte della 52/ma edizione del Super Bowl: il quarterback degli Eagles Nick Foles, 29 anni, nominato Most valuable player, il miglior giocatore della partita dell'anno.

100 mln di spettatori, ma non è record

Incollati alla tv per l'evento trasmesso dalla Nbc oltre 100 milioni di spettatori. Ma non è un record, alla fine di una stagione in cui la Nfl, la lega professionistica del football americano, ha continuato a perdere spettatori. Una tendenza che dura da qualche anno e che preoccupa, anche per il futuro del Super Bowl. Un evento non solo di sport che attira sponsor in grado di  pagare fino a 5 milioni di euro per 30 secondi di spot. Tra quelli di quest'anno ancora una volta Fiat Chrysler.

Leggi tutto
Prossimo articolo