Rose McGowan: prima di Weinstein violentata da un regista premio Oscar

Durante un incontro con Ronan Farrow, Rose McGowan ha rivelato un altro episodio che coinvolgerebbe un grande regista di Hollywood (Getty Images)
3' di lettura

La violenza risale a quando l'attrice aveva 15 anni. La rivelazione durante un'intervista rilasciata a Ronan Farrow 

Rose McGowan torna a fare rivelazioni scomode per il mondo del cinema. In un'intervista con Ronan Farrow l'attrice che ha fatto esplodere lo scandalo Harvey Weinstein, ha raccontato che un regista premio Oscar l'avrebbe molestata all'età di 15 anni. Lo riporta Hollywood Reporter.

Un libro e un documentario

Ronan Farrow è tornato a parlare con Rose McGowan in occasione dell'uscita del libro "Brave", che in Italia arriverà il 15 febbraio con il titolo "Ribelle. Il coraggio di parlare" per HarperCollins. Inoltre, in un momento delicato per l'attrice ("piango due volte al giorno"), alla promozione del libro si è aggiunta quella della docuseries "Citizen Rose". Entrambi i progetti aggiungono nuovi dettagli alla vicenda Weinstein - che lei chiama semplicemente "il mostro" - e spiegano quanto sia difficile sensibilizzare il mondo di Hollywood. Durante l'incontro con Farrow la promotrice del movimento #MeToo ha introdotto la nuova rivelazione: un importante uomo di Hollywood avrebbe abusato di lei molto prima di Weinstein, quando aveva solo 15 anni.

Le molestie del misterioso regista

"Quest'uomo mi prese quando avevo 15 anni - racconta McGowan -. Mi ha portata a casa dopo avermi conosciuta, e mi ha mostrato un porno soft che aveva fatto per Showtime, sotto un altro nome. E poi ha fatto sesso con me". Dopo di che l'ha riportata fuori, lasciandola ad un angolo di strada. "Nella mia mente, andando indietro nel tempo, sono stata attratta da lui, quindi l'avevo sempre archiviata come un'esperienza sessuale", ha sottolineato McGowan. Infatti, benché non ha fatto il nome del regista ("è una questione di tempismo", ha aggiunto), l'attivista ha dichiarato che non aveva realizzato di essere stata molestata da quest'uomo fino a due settimane dopo la pubblicazione dell'articolo di Farrow.

“Sono sopravvissuta”

Come ha specificato il giornalista, figlio di Mia Farrow e Woody Allen, la confessione di McGowan è stata pubblicata solo il 5 ottobre, ma da anni l'attrice la raccontava e ha dovuto combattere e fare le scelte giuste affinché uscisse sulle giuste pagine, al momento giusto. Mesi dopo aver rotto il silenzio, McGowan ha dovuto anche affrontare le prime dichiarazioni di Weinstein che negano le accuse dell'attrice, definendola "triste" e "patetica". Sono stati mesi duri per la donna simbolo del movimento di denuncia contro le molestie sessuali a Hollywood, che ha aggiunto che non le importa ciò che dice la gente di lei. "Non sono qui per difendermi dalla gente. Non credetemi, non dovete, dovete solo pensare che sono sopravvissuta. Ho dovuto proteggermi. Vivo attraverso mondi, non nel vostro e non nel loro. Non ci sono punti morbidi ora. Non ci sono punti morbidi dove atterrare".

Leggi tutto
Prossimo articolo