Super Bowl, lo spot dei marines a caccia di reclute

Il corpo dei marines lancerà il suo spot di reclutamento durante il prossimo Super Bowl (screenshot video Marines.com)
3' di lettura

Per la prima volta in 30 anni il corpo militare americano lancerà un annuncio solo online rivolto a giovani, esperti di tecnologia e futuri soldati

Lo zio Sam è tornato a puntare il dito, dicendo "I want you". Durante il Super Bowl il corpo dei marines lancerà uno spot di 30 secondi con l'obiettivo di scovare potenziali reclute. Il messaggio sarà rivolto a giovani, esperti di tecnologia e tutte quelle persone che sono alla ricerca di una sfida.

Sarà visibile solo online

L'annuncio, visibile sul sito Marines.com, è stato programmato per il Super Bowl, uno degli eventi più seguiti dagli americani. Nel video si potranno vedere i Marines impegnati su un mezzo anfibio, mentre sganciano bombe da aerei o lanciano a spalla un drone nell'aria. "Non sono solo le navi, l'armatura o gli aerei. È qualcosa di più - dice la voce fuori campo -. È la volontà di combattere e la determinazione alla vittoria dentro ognuno dei marines che risponde alla chiamata della nazione". La telecamera segue i militari che si lanciano in una finta battaglia, girata durante un'esercitazione sulla West Coast, mentre attorno detonano bombe e si sentono esplosioni. Lo spot verrà visto solo dal pubblico online del Super Bowl, in due occasioni. Questa scelta ha permesso al corpo militare di risparmiare circa l'85% rispetto al costo previsto per la trasmissione televisiva dell'annuncio. Secondo AP, il video di reclutamento sarà visto da circa 20 milioni di spettatori.

Lo scopo dell'annuncio

Come ha dichiarato il generale maggiore Paul Kennedy, a capo del Marine Corps Recruiting Command, "lo scopo è quello di reclutare giovani uomini e donne che hanno affrontato e vinto sfide nella loro vita, che hanno fatto sport di combattimento come il wrestling o il rugby e che hanno un po' di spirito combattivo". Dato il basso tasso di disoccupazione in America, i marines faticano a raggiungere gli obiettivi di reclutamento, attualmente fissati a 38.000 unità. Si trovano a competere con le aziende per giovani diplomati, che possono raggiungere un punteggio di 50 o più nei test attitudinali. Il corpo militare è convinto di poterlo raggiungere entro il 30 settembre dell'anno in corso, ma i mesi da febbraio a maggio sono i più difficili, dato che le potenziali reclute hanno già scelto il college e, in generale, il proprio indirizzo di vita. Kennedy spera di raggiungere gli spettatori giusti, grazie anche all'impostazione di uno specifico target da individuare online, il luogo ideale per trovare persone giovani che non hanno tanti soldi da spendere per guardare il Super Bowl.

Leggi tutto
Prossimo articolo