Usa, treno con a bordo parlamentari urta un camion: un morto

Foto da twitter
2' di lettura

L’incidente sarebbe accaduto mentre il convoglio, su cui c’erano membri del Congresso, viaggiava da Washington verso la West Virginia. Casa Bianca conferma: "Una vittima e un ferito grave, non tra parlamentari e staff"

Un treno, su cui viaggiavano alcuni membri repubblicani del Congresso americano, ha urtato un camion di rifiuti mentre da Washington si dirigeva in West Virginia. L'impatto nei pressi di Charlottesville, in Virginia. I politici si stavano recando a un convegno. Secondo i media locali ci sarebbero un morto e alcuni feriti, ma non a bordo del convoglio. La vittima sarebbe l'autista del camion. Anche la Casa Bianca ha confermato che "c'è una vittima e un ferito grave, ma non fra parlamentari e staff". La portavoce Sarah Sanders ha aggiunto che il presidente Donald Trump "è informato e aggiornato" sugli sviluppi. Sul treno viaggiava anche lo speaker della Camera, Paul Ryan, che, secondo quanto dichiarato alla Cnn da uno dei suoi assistenti, “starebbe bene”.

Repubblicani diretti a un ritrovo del partito

Alcuni politici - come Jeff Denham, membro della Camera per lo Stato della California, e Greg Walden, collega dell'Oregon - hanno pubblicato su Twitter immagini dopo lo scontro. A bordo del treno, anche il deputato John Faso che, raggiunto dalla Cnn, ha confermato l'impatto e la presenza di feriti, anche se tra questi non ci dovrebbero essere passeggeri del convoglio. "Ho visto come un rimorchio trainato da un trattore che trasportava rifiuti che è stato urtato dal treno", racconta il parlamentare. "Penso che tutti quelli che sono sul treno siano ok. Le maggiori preoccupazioni sono per le persone fuori", ha riferito. I membri del Congresso a bordo del treno partito da Union Station, a Washington, sono tutti repubblicani e si stavano dirigendo a uno dei tradizionali ritrovi del partito, la tre giorni di Greenbrier, in West Virginia, in programma da oggi, 31 gennaio, a venerdì. Un evento durante il quale sono previsti gli interventi del presidente Donald Trump, il primo febbraio, e del vicepresidente Mike Pence.

Data ultima modifica 31 gennaio 2018 ore 19:31

Leggi tutto
Prossimo articolo