Formula 1, dal 2018 basta “ombrelline” in griglia prima dei Gran Premi

2' di lettura

Dalla prossima stagione, in tutte le serie gestite da Liberty Media, niente più ragazze in pista prima delle corse. Cambio di rotta spiegato così: "Questa abitudine non è in sintonia con i nostri valori ed è in chiaro contrasto con le regole della società moderna”

Basta “ombrelline” in Formula 1. A partire dalla prossima stagione non ci saranno più le "grid girls", le ragazze sulla griglia di partenza prima dei Gran Premi. La decisione di Liberty Media - comunicata dall'organizzazione del circus automobilistico - avrà effetto immediato in tutte le altre serie del motorsport gestite dalla stessa società. Gli americani della Liberty Media hanno acquisito nel settembre 2016 la Formula 1 dalle mani del boss Bernie Ecclestone.

“Non crediamo sia una pratica appropriata”

Il cambio di rotta è stato spiegato in modo chiaro da Sean Bratches, direttore operativo delle operazioni commerciali di Liberty Media: vogliamo “sintonizzare questo sport con la nostra visione”, ha detto. “Durante l'ultimo anno abbiamo osservato diverse aree che avevano bisogno di essere aggiornate – si legge in un comunicato –. Se le ragazze in griglia sono state impiegate per decenni come punto basilare dei Gran Premi, crediamo che questa abitudine non sia più in sintonia con i nostri valori ed è in chiaro contrasto con le regole della società moderna. Non crediamo sia una pratica appropriata o rilevante per la F1 e i suoi tifosi, vecchi e nuovi, in tutto il mondo”.

La nuova stagione dal 25 marzo

La nuova Formula 1 senza “ombrelline”, quindi, partirà il 25 marzo 2018 da Melbourne, in Australia. La griglia di partenza, spiega Liberty Media, sarà popolata da ospiti, vip e performer che aggiungeranno glamour e spettacolarità a ogni Gran Premio. Le 21 corse della nuova stagione saranno in onda su Sky, che si è aggiudicata i diritti per trasmettere tutta la Formula 1, in diretta e in esclusiva, fino al 2020.

Leggi tutto
Prossimo articolo