Molestie, condannato fino a 175 anni il medico delle ginnaste Usa

Larry Nassar, l'ex medico della nazionale di ginnastica Usa (Getty Images)
2' di lettura

Un giudice del Michigan ha pronunciato la sentenza di colpevolezza, che segue quella (già emessa) per pedopornografia. Decisive le testimonianze di circa 160 atlete

Una condanna, che sarà poi definita, che va da un minimo di 40 fino a un massimo di 175 anni di prigione per abusi sessuali. Questo è quanto stabilito per l'ex medico della nazionale statunitense ginnastica, Larry Nassar, da un giudice del Michigan.

Seconda condanna per Nassar

Le accuse sono arrivate da circa 160 ragazze. A carico del medico c'era già una condanna a 60 anni di prigione per pedopornografia. La prima ad accusarlo è stata la ginnasta Rachael Denhollander nel 2016. Sono poi arrivate conferme da decine decine di atlete, tra le quali Jamie Dantzscher, Jeanette Antolin e Jessica Howard. Nassar, che inizialmente aveva negato le sue responsabilità, lo scorso luglio si è dichiarato colpevole, scusandosi con le vittime: "Voglio che le ragazze guariscano. Voglio che l’intera comunità guarisca. Voglio solo guarire anch'io", aveva detto.

Le accuse delle stelle Douglas e Biles

Di recente sono arrivate le accuse di altre famose ginnaste. Gabby Douglas, oro a Londra 2012, ha confermato di essere stata molestata, raccontando la sua storia in un lungo post su Instagram: "Non ho condiviso pubblicamente le mie esperienze e molte altre cose perché per anni siamo state indotte a rimanere in silenzio e onestamente alcune situazioni sono state estremamente dolorose". Pochi giorni dopo ha parlato anche la stella della nazionale americana Simone Biles, quattro volte oro olimpico: "Anche io sono una delle tante sopravvissute che è stata abusata da Nassar. Per favore credetemi, è stato molto duro dire per la prima volta queste cose e scriverle". Diverse atlete hanno dichiarato di essere state indotte a non parlare, ampliando lo scandalo. In attesa di accertare eventuali responsabilità, il 21 gennaio si è dimesso l'intero consiglio direttivo della nazionale statunitense di ginnastica: hanno infatti lasciato il loro incarico il presidente Paul Parilla, il suo vice Jay Binder e il tesoriere Bitsy Kelley.

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"