Caso Regeni, a Cambridge una borsa di studio in sua memoria

2' di lettura

L’università lavora all’iniziativa per ricordare il ricercatore italiano ucciso al Cairo nel 2016. Il giovane studiava nell’ateneo inglese e da qui era partito per l’Egitto. Nelle scorse ore è stata sentita la sua ex tutor

Una borsa di studio in memoria di Giulio Regeni e intitolata a suo nome. È questa l’iniziativa a cui sta lavorando l’università di Cambridge per ricordare il ricercatore italiano rapito, torturato e ucciso al Cairo nel febbraio del 2016. A raccontarlo è Angel Gurria, dell'ufficio stampa dell'ateneo.

Le indagini sulla morte

A Cambridge, Regeni frequentava il Department for Politics and International Studies. Da qui il giovane era partito due anni fa per l’Egitto, sulla sua morte le indagini devono ancora fare piena luce. Su questo fronte è stata diffusa la notizia della perquisizione in casa e nell’ufficio della professoressa Maha Abdel Rahman, ex tutor di Regeni nell'istituto in cui il ricercatore friulano studiava. Gli inquirenti italiani sono in Inghilterra per cercare di capire di più su quanto accaduto nelle settimane precedenti alla scomparsa del giovane. In collaborazione con le autorità locali, hanno acquisito il pc personale della docente, pen-drive, hard disk esterni e il suo cellulare. L’ateneo ha collaborato fornendo le mail della tutor e una serie di documenti del suo lavoro. La perquisizione è stata effettuata dopo l'audizione svolta dalla professoressa, che resta persona informata sui fatti ma che in passato si era sempre sottratta all'interrogatorio. Nelle prossime settimane il materiale sequestrato verrà analizzato, nella speranza di ottenere "risposte" importanti sul rapporto tra Regeni e la sua tutor di Cambridge.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"