In Cina il viaggio inaugurale dell’aereo anfibio più grande del mondo

Getty
2' di lettura

“Il volo è stato un successo”, ha detto il progettista capo. Il velivolo si chiama AG600, nome in codice “Kunlong”. Con un'apertura alare di 38,8 metri e 4 motori turbo, può trasportare 50 persone e restare in volo per 12 ore. Apre nuove rotte e ha diverse applicazioni

AG600, nome in codice “Kunlong”, ha fatto il suo viaggio inaugurale. Si tratta di un nuovo aereo anfibio, il più grande al mondo in produzione, di completa concezione cinese. Come spiega l’agenzia di stampa Xinhua, il velivolo è decollato dalla città meridionale di Zhuhai ed è atterrato dopo circa un'ora di volo. Con un'apertura alare di 38,8 metri e con quattro motori turbo, è capace di trasportare 50 persone e restare in volo per 12 ore.

La soddisfazione del progettista

“Questo volo inaugurale è stato un successo e ha reso la Cina uno dei pochi Paesi capaci di sviluppare un grande aereo anfibio”, ha detto il progettista capo Huang Lingcai alla Xinhua. Il velivolo può avere applicazioni militari, ma sarà anche usato nella lotta agli incendi e nel soccorso in mare. Almeno 17 ordini sono già stati fatti al produttore statale Aviation Industry Corp. of China.

Nuove rotte

Le capacità di volo dell'AG600 lo rendono adatto anche per tutti i progetti di costruzione delle isole artificiali nel Mar Cinese meridionale, nell’oceano Pacifico. “La sua autonomia operativa di 4.500 km e la capacità di atterrare e decollare dall'acqua lo rendono adatto per lo spiegamento sulle isole artificiali della Cina”, ha affermato James Char, analista militare dell'università tecnologica di Nanyang di Singapore. Secondo il Global Times, di proprietà statale, l’aereo può volare in quattro ore dalla città meridionale di Sanya fino al confine meridionale delle rivendicazioni territoriali della Cina (il James Shoal). La secca è anche rivendicata da Taiwan e dalla Malesia, che attualmente la amministra. La raccolta di rocce sommerse si trova a circa 80 chilometri dalla costa della Malesia e a circa 1.800 chilometri dalla terraferma cinese. “La capacità e la manovrabilità dell'aeroplano lo rendono ideale per il trasporto di materiale verso quelle caratteristiche marittime che sono troppo strutturalmente fragili per supportare le piste”, ha detto Char.

Leggi tutto
Prossimo articolo