San Francisco: arrestato ex marine vicino a Isis, preparava attentato

Il presunto attentatore è stato scoperto grazie alle indagini di due agenti dell'FBI. (foto: Twitter SkyNews)
2' di lettura

L'Fbi lo ha fermato a Modesto, California. Secondo alcune fonti di stampa l'uomo voleva colpire un luogo affollato della città nel giorno di Natale

L'ex marine Everitt Aaron Jameson è stato arrestato dall'FBI nella città di Modesto, in California, con l'accusa di voler organizzare un attentato al porto di San Francisco il giorno di Natale. Lo hanno reso noto fonti di stampa, in parte confermate anche dal dipartimento di Giustizia della California. Jameson sarebbe vicino all'Isis.

Il piano dell'attentatore

L'uomo, secondo diverse fonti di stampa, stava pianificando un attentato presso il noto centro commerciale Pier 39, sulla baia di San Francisco, usando un esplosivo rudimentale per radunare la gente in un unico punto in cui avrebbe iniziato a sparare. L'attacco era in programma tra il 18 ed il 25 dicembre, anche se il mancato attentatore avrebbe dichiarato che "Natale sarebbe stato il giorno ideale".

 

La radicalizzazione e il ruolo dei social

Nel corso degli ultimi mesi, spiega il dipartimento di Giustizia, Jameson “si era radicalizzato pubblicando su social media il suo credo nel jihad”. In alcuni post aveva dato supporto all'attacco del 31 ottobre a New York e aveva offerto il suo appoggio per la causa dello Stato Islamico. A scoprirlo due agenti sotto copertura dell'Fbi, a cui ha riferito i suoi piani, che hanno poi fatto scattare l'arresto preventivo.

Chi è Everitt Aaron Jameson

L'uomo ha 26 anni ed è entrato nel corpo dei marine nel 2009 ma non aveva completato l'addestramento ed era stato congedato prima del tempo per non aver riferito di soffrire di asma. Il potenziale attentatore rischia ora una pena fino a 20 anni di carcere e una multa fino a 250mila dollari.

Leggi tutto
Prossimo articolo