Brexit, dal 2019 tornano i passaporti blu nel Regno Unito

Il documento introdotto nel 1921 era stato sostituito nel 1988 con la versione bordeaux comunitaria (LaPresse)
2' di lettura

I nuovi documenti lasceranno il colore bordeaux comunitario per tornare al 'navy'. L'operazione costerà circa 500 milioni di sterline, ma gli euroscettici esultano per il ritorno alla tradizione

L'Home Office, il dicastero del Regno Unito preposto all'amministrazione degli affari interni, ha confermato ufficialmente che - a seguito della Brexit -  a partire dall'ottobre 2019 i cittadini britannici riceveranno di nuovo il passaporto di colore blu 'navy'. Il documento introdotto nel 1921 era stato sostituito nel 1988 con la versione bordeaux comunitaria.

"Happy Brexmas!"

"Lasciare l'Unione europea – ha dichiarato il ministro dell'immigrazione Brandon Lewis - ci offre un'opportunità unica per ripristinare la nostra identità nazionale e creare un nuovo percorso per noi stessi nel mondo". Il ministro britannico, sul sito dell'Home Office, si è detto lieto di annunciare che il passaporto britannico "tornerà al design iconico blu e oro" e che "sarà anche uno dei documenti di viaggio più sicuri al mondo, con una serie di nuove misure di sicurezza per proteggere da frodi e falsificazioni". Tra i più soddisfatti dell'iniziativa adottata dal governo May c'è l'ex leader Ukip Nigel Farage, che aveva fatto del ripristino del colore originario del passaporto uno dei suoi cavalli di battaglia nella campagna elettorale per l'uscita della Gran Bregagna dall'Ue. Per festeggiare l'annuncio l'ex leader dell'Ukip ha coniato sul suo profilo Twitter un neologismo natalizio fondendo le parole 'Brexit' e 'Christmas': "Happy Brexmas!". Il ritorno al classico passaporto britannico, ha dichiarato Farage al Leading Britain's Conversation, significa che "ci stiamo riappropriando della nostra identità nazionale". L’operazione di sostituzione dei documenti avrà un costo calcolato in 500 milioni di sterline (circa 563 milioni di euro), e sarà spalmata su più anni. 

Leggi tutto
Prossimo articolo