Siria, il premier si salva da un attentato: morti e feriti

1' di lettura

Wael al-Halki è sopravvissuto all'esplosione di un'autobomba nel quartiere di Mezze, a Damasco. La tv di Stato ha poi trasmesso le immagini del presidente del Consiglio: "Non è ferito". Sei le vittime dell'attacco

Sei persone sono morte e dieci sono rimaste ferite a Damasco nell'attentato con un'autobomba compiuto contro il convoglio del premier siriano. A riferirlo, la tv di Stato siriana, che precisa che l'esplosione è avvenuta nella zona di Mazzeh, quartiere nella parte ovest del centro moderno di Damasco.
Il primo ministro Wael al-Halki è sopravvissuto. "L'attacco terroristico ad al-Mezze è un tentativo di colpire il convoglio del primo ministro. Wael al-Halqi sta bene e non è ferito", ha detto la tv di Stato, prima di trasmettere le immagini del premier.

La tv di Stato: "Esplosione terroristica" - In precedenza la tv aveva detto che un'"esplosione terroristica" nel quartiere di Mezze, dove ci sono le sedi governative e di istituzioni militari e dove vivono alti funzionari siriani, aveva provocato alcune vittime. In un'immagine postata da attivisti dell'opposizione si vede una colonna di fumo nero levarsi dal presunto sito dell'esplosione.

Leggi tutto
Prossimo articolo