Covid Milano, domani lezioni al freddo per protesta contro la Dad

Lombardia

Gli studenti e le studentesse del Liceo Classico Parini si troveranno in Piazza Mirabello per una lezione di didattica a distanza all'aperto. All'iniziativa si uniranno collettivi di altri istituti superiori

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Milano

 

Il Comitato Priorità alla scuola ha organizzato per lunedì 30 novembre in Piazza Mirabello a Milano dalle ore 9,30 con gli studenti e le studentesse del Liceo Classico Parini, una lezione di didattica a distanza al freddo, essendo chiuse le porte delle loro scuole. Accanto al collettivo del Parini, si uniranno collettivi di altri istituti superiori in sostegno alla protesta. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE DEL CONTAGIO)

17:00 - In Lombardia 3.203 nuovi casi, a Milano 973

Sono 3.203 i nuovi contagi registrati in Lombardia su 28.434 tamponi effettuati. In terapia intensiva ci sono 907 pazienti mentre in totale i ricoverati con sintomi sono 7.400. In isolamento domiciliare 124.320 persone. Dall'inizio della pandemia sono stati effettuati 4.055.691 tamponi. A Milano 973 casi.

13:35 - Commercianti Milano ripartono: "Non ci chiudano più"

C'è tanta voglia di ricominciare e cauto ottimismo tra i commercianti di corso Buenos Aires a Milano, una delle principali vie dello shopping con un'alta densità di negozi. Questa mattina i negozianti hanno rialzato le serrande dopo settimane di chiusura e sperano, da qui in avanti, di recuperare almeno in parte le perdite di novembre. Il via vai di persone questa mattina "non è certamente quello di novembre dello scorso anno ma comunque per ora le vendite sono andate bene - ha spiegato Cinzia che gestisce un piccolo negozio di abbigliamento -. C'è molta voglia di ricominciare tra noi commercianti e ci aspettiamo adesso di andare avanti e di rimanere aperti, i danni che sono stati fatti sono fin troppi. Novembre è il mese prima del Natale, abbiamo perso tanto e i ristori del governo li sto ancora aspettando". Gli affari della prima mattina di apertura vanno bene anche per Gennaro che lavora in un negozio di abbigliamento maschile: "sta andando bene. Speriamo che continui così, la gente ha voglia di uscire e anche di spendere a quanto sembra". Questa mattina dopo settimane "abbiamo rivisto le nostre clienti abituali - ha spiegato Francesca che ha un negozio di calzature -. Nonostante le sirene delle ambulanze che ancora passano e ci ricordano che è un brutto momento c'e anche voglia di serenità e tranquillità, di una parvenza di normalità. Per noi la chiusura è stata pesante a livello economico e psicologico ed è arrivata dopo quella della primavera. Però siamo qui e cerchiamo di pensare per il meglio".

12:30 - Milano, riaprono i negozi: shopping per offerte Black Friday

Milano e la Lombardia da oggi sono in zona arancione e sono tanti i milanesi che nel primo giorno di riapertura dei negozi hanno affollato le vie dello shopping per approfittare delle ultime offerte del Black Friday e per iniziare a fare qualche regalo di Natale. Non succedeva da settimane di vedere corso Vittorio Emanuele, l'arteria pedonale che costeggia il Duomo e dove si trova anche la Rinascente, piena di gente che passeggia con sacchetti e borse.
"Siamo usciti di casa per fare una passeggiata e poi ovviamente vedendo i negozi aperti ne abbiamo approfittato per fare qualche compera - ha spiegato una signora, a spasso con marito e figlia - e c'è scappato anche qualche regalo di Natale". Tre donne, che hanno fatto shopping nelle tante catene di fast fashion del centro, hanno dichiarato che "c'è molta gente in giro e anche noi approfittiamo degli ultimi sconti, poi penseremo anche ai regali di Natale". Una commessa in un negozio di un noto marchio è soddisfatta delle prime ore di riapertura: "Non è andata male, siamo soddisfatti, cercano soprattutto gli sconti del Black Friday. Certo questa domenica è assolutamente molto lontana da una domenica normale degli anni scorsi prina di Natale".

11:14 - Comitato esercenti Milano: "Governo ci discrimina"

"Per essere rispettata l'autorità deve avere il buon senso, prosegue l'incauto percorso di un governo discriminatorio, dittatoriale": usa parole dure Paolo Peroli, socio di uno storico locale notturno milanese e esponente del Comitato territoriale esercenti che a fine ottobre ha organizzato presidi sotto la Regione Lombardia e sotto Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, dopo l'approvazione delle ultime misure anticovid che lasciano comunque chiusa la ristorazione. La critica è a un governo "che decide dove il virus sia capace di diffondersi, capace di avere fasce orarie e talmente dotato di capacità di discernere da sapere dove poter colpire e dove no, l'apocalisse dei privati è sempre più sulla strada della realizzazione,. "Il governo COVID ( perché a detta dei governanti sembra sia un virus a decidere come fare economia) oramai è anche classista antidemocratico e anticostituzionale: la stretta tra Stato e privati è agli sgoccioli

8:39 - Milano lezioni al freddo per protesta contro la Dad

Il Comitato Priorità alla scuola organizza per lunedì 30 novembre in Piazza Mirabello a Milano dalle ore 9,30 con gli studenti e le studentesse del Liceo Classico Parini, una lezione di didattica a distanza al freddo, essendo chiuse le porte delle loro scuole. Accanto al collettivo del Parini, si uniranno collettivi di altri istituti superiori in sostegno alla protesta.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.