Covid, in provincia di Milano 1.604 casi in 24 ore, 576 in città

Lombardia

In Lombardia i contagi rilevati sono stati 5.289 a fronte di 32.862 tamponi

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Milano

Sono 1.604 i casi di coronavirus registrati ieri in provincia di Milano, di cui 576 in città. In Lombardia, i contagi rilevati sono stati 5.094 a fronte di 29.800 tamponi. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO)

17:44 - Diecimila richieste voucher taxi, ampliata platea

Sono oltre 10 mila le richieste di voucher taxi arrivate al Comune di Milano da quando, quasi tre mesi fa, è stato lanciato il sistema che consente a diverse categorie di cittadini di utilizzare l'auto pubblica a tariffe agevolate. Considerato il successo di utilizzo e il protrarsi dell'emergenza causata dall'epidemia il Comune ha deciso di ampliare i criteri di accesso all'agevolazione. Potranno chiedere il voucher taxi anziani i residenti a Milano con più di 65 anni (non più 70), persone con il 65% di disabilità (non più il 100%), donne che debbano spostarsi la sera tra le ore 18 (non più le ore 21) e le 6 del mattino. Inoltre possono chiedere l'agevolazione nuove categorie come i minori residenti a Milano e i loro genitori, donne in gravidanza, persone in terapia salvavita. Resta attivata l'agevolazione anche per medici e infermieri in più, da oggi, possono chiedere il voucher taxi anche farmacisti e tecnici sanitari. "L'obiettivo è ampliare e rendere più accessibili le opportunità di trasporto pubblico sicuro a Milano per meglio soddisfare la domanda, a partire dalle persone più in difficoltà o che necessitano di maggiore attenzione e condizioni di sicurezza", ha spiegato l'assessore alla Mobilità del Comune, Marco Granelli, in una nota.

17:00 - In Lombardia 5.289 nuovi casi su 32.862 tamponi

Sono 5.289 i nuovi contagi registrati in Lombardia su 32.862 tamponi effettuati. In terapia intensiva ci sono 945 pazienti mentre in totale i ricoverati con sintomi sono 8.331. In isolamento domiciliare 140.642 persone. Dall'inizio della pandemia sono stati effettuati 3.831.713 tamponi.

14:58 - Scuola, al Freud 'Comunità affettiva' contro il Covid

A oltre 50 mila morti ormai raggiunti purtroppo oggi per il Covid e con la seconda ondata della pandemia che ha spazzato via anche il mondo degli studenti - dopo che le lezioni erano, con difficoltà, ma più o meno regolarmente - riprese, la scuola superiore Freud di Milano lancia un nuovo programma contro il virus: 'Progetto comunità affettiva ed inclusiva'. L'iniziativa segue il 'Progetto resilienza' lanciato a settembre alla ripresa dell'attività ed "è stato necessario - spiega il direttore Daniele Nappo - perché purtroppo di nuovo i ragazzi sono a casa e la didattica a distanza non basta. E' necessario cambiare i canoni dell'insegnamento. Oggi il problema non è solo l'adolescenza - continua Nappo -, in questo periodo a causa del Covid si vivono paure, incertezze, errori e fallimenti in misura enorme. Il nostro progetto prevede che con una forza nuova gli studenti vengano spronati a non sostare nello stagno rassicurante, ma fermo, del conosciuto. Bisogna tenere accesa la luce dei valori. Quindi il corpo docente sta ascoltando uno per uno i ragazzi per capire le loro difficoltà non solo perché sono in Dad. E affrontiamo insieme tutti i problemi per arrivare un percorso condiviso e appunto inclusivo".

10:50 - Cgil denuncia Trivulzio, comportamento antisindacale

La FP CGIL agisce contro il Pio Albergo Trivulzio ritenendo antisindacale la sospensione del rappresentante dei lavoratori intervistato sui problemi al PAT nel periodo di diffusione del coronavirus. Lo studio "Legalilavoro" ha depositato nei giorni scorsi il ricorso per attività antisindacale. "I continui provvedimenti disciplinari contro Pietro La Grassa, nostro delegato, e molti altri nostri iscritti, così come contro qualunque operatore non allineato alle scelte della Direzione, sono il chiaro segno della volontà di colpire e punire chiunque, in questi mesi di pandemia, ha denunciato tutte le disfunzioni del PAT", scrive il sindacato. "La goccia che fa traboccare il vaso è la sospensione del lavoratore Pietro La Grassa, RSU e Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, decisa dall'azienda poche ore dopo la pubblicazione di un servizio del giornalista Gad Lerner che gli dava voce sul disagio dei dipendenti in questa fase così difficile - prosegue la nota -. Con la scusa dell'ennesima procedura disciplinare il PAT mette fuori una voce critica, che non ha mancato in questi mesi di segnalare problemi e disfunzioni, nell'interesse della stessa Azienda". "Siamo fiduciosi - conclude in sindacato - che la Magistratura riconoscerà il corretto comportamento dei nostri delegati a tutela della salute di ospiti e operatori". 

8:15 - Sala: "È tempo di ripensare la gestione della sanità lombarda"

"È  tempo di ripensare la gestione della sanità lombarda. Sono sotto gli occhi di ciascuno le carenze e le difficoltà manifestate in questi drammatici mesi". Lo afferma in un'intervista a 'La Repubblica' il sindaco di Milano, Giuseppe Sala. A suo avviso il modello del centrodestra va "cambiato radicalmente. Ma non vedo alcun pensiero strategico in proposito venire fuori dalla giunta regionale. Con il Pd lombardo invece - spiega - stiamo lavorando a una prima bozza di lavoro". Cinque i punti del 'cambio di marcia': "Al primo l'istituzione di un'Agenzia per il governo della sanità - spiega - al fianco di essa abbiamo poi bisogno di un soggetto che si occupi veramente di innovazione, ricerca, telemedicina e big data". Tra pubblico e privato "va riequilibrato il rapporto e va introdotto un sistema di rimborsi al privato che non si basi solo sulla fatturazione della singola prestazione, ma che tenga conto del risultato dell'intero percorso di cura. Sarà una rivoluzione". Terzo punto "il ritorno ai Distretti, punto di riferimento per una dimensione di assistiti più limitata". Al quarto punto ci sono "i medici di base, che non riescono a fare bene il loro mestiere. La loro figura in Lombardia è stata sempre più marginalizzata. Bisogna investire di più su di loro, sia riducendo il numero medio dei pazienti, sia nella formazione. E poi bisogna tornare a investire sui Consultori". I sindaci sulla sanità "nella sostanza non hanno quasi nessuna leva per poter agire. Invece, immaginiamo la costituzione di un "Consiglio di Indirizzo" a livello lombardo, nel quale vengano coinvolti i sindaci delle città capoluogo, che abbia la responsabilità della definizione delle politiche di sanità territoriale".

8:00 - Ieri a Milano 2.208 casi, 825 in città

A fronte di 29.800 tamponi processati, sono 5.094 i nuovi casi di coronavirus accertati in Lombardia, con un rapporto tra test e positivi parti al 17%. A Milano i positivi registrati in 24 ore sono 2.208, di cui 825 in città.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.