Bimbo annegato in piscina a Brescia, autopsia esclude malore

Lombardia

Secondo il medico legale, il piccolo sarebbe rimasto sott’acqua tra i due e i tre minuti. Intanto, la procura ha iscritto nel registro degli indagati con l'accusa di omicidio colposo sette persone, i genitori del bambino oltre a cinque bagnini presenti in quel momento in vasca, due dei quali minorenni

Sarebbe rimasto sott’acqua dai due ai tre minuti il bimbo annegato domenica scorsa in una piscina comunale di Brescia dopo essersi tuffato in acqua. È quanto ha stabilito il medico legale che oggi ha effettuato l’autopsia sul corpo del piccolo, che lunedì avrebbe compiuto sette anni. L’esame avrebbe inoltre escluso il malore, come rendono noto fonti della Procura, che ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo. Al momento, nel registro degli indagati sono state iscritte sette persone, i genitori del bambino e cinque bagnini presenti in quel momento in vasca, due dei quali minorenni.

L’inchiesta

Quanto accaduto domenica pomeriggio non è stato ripreso dalle telecamere di sicurezza che guardano verso l'esterno della piscina. Ai bagnini - uno dei quali era stato indagato, e poi archiviato, anche lo scorso anno dopo la morte di un 85enne nello stesso impianto - gli inquirenti hanno sequestrato il telefono cellulare per capire se al momento dell'annegamento fossero distratti. I legali stanno valutando il ricorso al Riesame per chiedere il dissequestro dei dispositivi.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24