Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Milano, rifiuti: incendio in deposito azienda cartaria

I titoli di Sky Tg24 delle 8 del 17/03

3' di lettura

Si sospetta che il rogo possa essere doloso. Secondo quanto riferito in questura, non ci sarebbero pericoli per la cittadinanza

Un incendio si è sviluppato, la scorsa notte, in un'azienda dismessa alla periferia di Milano dove, secondo i vigili del fuoco, intervenuti per domare le fiamme, è stato scongiurato il peggio. I pompieri hanno infatti recuperato 11 bombole di Gpl e hanno accertato che alcuni rifiuti di amianto presenti nell'area, ampia 12mila metri quadrati, non sono stati interessati dal rogo. I vigili del fuoco stanno ancora operando per lo smassamento di grandi quantità di carta e rifiuti, nell'area che era utilizzata anche come deposito di materiali, con l'aiuto di una gru dotata di "ragno". Sul posto sono giunti anche l'Arpa e l'Ats per effettuare ulteriori rilievi, oltre quelli d'urgenza eseguiti nella notte dal Nucleo Nbcr del vigili del fuoco, i cui esiti non sono noti.  

Si sospetta incendio doloso

L'azienda, dove è divampato l'incendio, si trova in via Campazzino, nella zona sud della metropoli, al limitare del Parco agricolo Sud Milano, ed è specializzata nel recupero della carta da macero. Il rogo si sospetta possa essere doloso. Secondo quanto riferito in questura, non ci sarebbero pericoli per la cittadinanza.

La precisazione

In un primo momento, come riportato dalle agenzie, si è pensato che nell'incendio fosse coinvolta la ditta Acm, con sede proprio in via Campazzino, ma il titolare dell'impresa ha smentito: "La mia azienda non c'entra in alcun modo - afferma l'imprenditore - L'incendio si è verificato all'interno di un'altra ditta sempre in via Campazzino, ma che è dismessa da molti anni. Il suo titolare era anche stato coinvolto in indagini sui rifiuti". Secondo quanto si è appreso, nell'area, di 12mila metri quadrati, trovavano rifugio anche molti sbandati.

Le parole dell'assessore alla Sicurezza di Regione Lombardia

"Purtroppo, negli ultimi anni, in Lombardia sta crescendo a vista d'occhio il fenomeno dei roghi presso discariche o cumuli di rifiuti. Una escalation preoccupante, dalla Lomellina a Milano, che non può lasciare insensibili le istituzioni". Lo ha detto Riccardo De Corato, assessore alla Sicurezza di Regione Lombardia. "L'incendio della scorsa notte è un film già visto, rispetto al quale la Regione Lombardia si è già mossa. In armonia con la legge 6 del 2015 per la tutela ambientale, presto sarà possibile per i Comuni creare nuclei ecologici della Polizia Locale, col preciso compito di vigilare e di sanzionare questo tipo di reati. Oltre alla novità legislativa, la Regione metterà in campo fondi e strumenti: telecamere e droni per sorvegliare di più e meglio il territorio, così da prevenire ed evitare. Non staremo a guardare, insomma, mentre qualcuno vuole mettere a rischio l'ambiente in cui tutti viviamo".  

Data ultima modifica 17 marzo 2019 ore 17:15

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"