Milano, con pistola rubata nel “boschetto della droga”: denunciato

Lombardia
Foto di archivio (Agenzia Fotogramma)

L’uomo, un 44enne, è stato segnalato da un passante ai carabinieri, che lo hanno trovato in via Sant’Arialdo. Ha spiegato di essere stato aggredito dai tossicodipendenti della zona 

Un imprenditore napoletano di 44 anni è stato denunciato dai militari, che ieri lo hanno trovato in possesso di una pistola - e per la ricettazione dell'arma rubata a Napoli nel 2010 - mentre si trovava nell'area del boschetto della droga di Rogoredo, a Milano, dove è stato aggredito durante le riprese di un servizio. L’uomo è ritenuto dai carabinieri un collaboratore di Fabrizio Corona, ma l’entourage dell’ex re dei paparazzi ha preso le distanze, definendolo soltanto un fan, che tuttavia, risulta legato a Corona per un gemellaggio tra i loro brand di vestiti. Ieri pomeriggio anche Corona - come confermato dai militari - era a Rogoredo per realizzare il nuovo video sulla piazza di spaccio dopo l'aggressione subìta nel dicembre scorso.

La versione del 44enne

Intorno alle 18 di ieri il 44enne è stato segnalato ai militari da una passante che parlava di una persona col volto insanguinato e armato di una pistola. Gli uomini dell’Arma lo hanno trovato sulle scale di via Sant'Arialdo: alla vista dei militari il 44enne ha poggiato l'arma senza opporre resistenza e ha spiegato di essere stato aggredito dai tossicodipendenti della zona perché era intento a realizzare un servizio giornalistico. Ha raccontato che gli avrebbero rubato la telecamera (è riuscito però a conservare un registratore) e che ha strappato la pistola dalle mani dei suoi aggressori che lo hanno ferito al naso.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.