Ex magistrato arrestato per frode chiede giudizio immediato a Monza

1' di lettura

È la decisione di Gerardo Perrillo, accusato di associazione a delinquere finalizzata a reati tributari e fallimentari, trasferimento fraudolento di valori, riciclaggio e corruzione 

L’ex magistrato e avvocato Gerardo Perrillo, arrestato nel maggio scorso insieme ad altre 20 persone, ha chiesto di essere giudicato con rito immediato. È accusato di associazione a delinquere finalizzata a reati tributari e fallimentari, trasferimento fraudolento di valori, riciclaggio e corruzione. Lo ha comunicato lo stesso Perrillo attraverso i sui legali, Maurizio Bono e Giovanni Santi Alessandrello: “La vicenda attuale mi impone di uscire dal mio naturale riserbo perché ho la necessità di recuperare il mio onore che è stato gravemente leso dalle accuse che mi sono state mosse”, ha scritto l’indagato, “anche per evitare di lasciare ai miei familiari la pesante eredità di un nome infangato da accuse ingiuste. Sento l’esigenza di chiarire nel minor tempo possibile la mia situazione e dimostrare la mia innocenza e avendo piena fiducia nella magistratura e nella giustizia, ho deciso di chiedere il giudizio immediato”. 

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"