La vera storia di Halloween: dove e come è nata la festa del 31 ottobre

Lifestyle
©Getty

Non è nata negli Stati Uniti, come molti pensano, ma è di origine celtica. Nel corso dei secoli è cambiata molto, fino a diventare una tra le più popolari feste laiche in Occidente. Affascina soprattutto i bambini, che durante questa notte bussano alle porte delle case a caccia di dolci scandendo la tipica formula “dolcetto o scherzetto?”

Al contrario di quanto molti credono, Halloween non è una festività americana. La ricorrenza ha un’origine celtica ed è celebrata in diversi Paesi la sera del 31 ottobre. La festa di Halloween si è diffusa negli Stati Uniti durante il secolo scorso e da lì ha conquistato molti Paesi occidentali, affascinando soprattutto i bambini che durante questa notte bussano alle porte delle case a caccia di dolci richiesti con la tipica formula “dolcetto o scherzetto?”. Ecco la vera storia di come è nata questa festa.

Prima c'era "Samhain"

approfondimento

Halloween ai tempi del Covid, dai tour virtuali alle app da scaricare

Tra gli antenati storici di questa ricorrenza, alcuni parlano della festa degli antichi romani dedicata a Pomona, la dea dei frutti, o della festa dei morti chiamata Parentalia. Ma Halloween più probabilmente trae origine dalla festa celtica di “Samhain” un termine che in irlandese antico richiama la "fine dell'estate". Una fine dell’estate che peraltro coincideva con la fine dell’anno perché, secondo il calendario celtico in uso 2.000 anni fa tra i popoli dell'Inghilterra, dell'Irlanda e della Francia settentrionale, l'anno nuovo cominciava proprio il 31 ottobre.

Zucche di Halloween
©Getty

La festa di Ognissanti

approfondimento

10 tra i migliori film horror da vedere o rivedere a Halloween

Successivamente, dopo l’avvento del cristianesimo, nell’840 Papa Gregorio IV istituì una nuova ricorrenza: la festa di Ognissanti, il primo novembre. Questa festività di precetto potrebbe essere nata in continuità con la tradizione del passato, per unire la tradizione sacra a quella profana, ma anche per assegnare una data unica al giorno di Ognissanti, celebrato in date diverse nei vari Paesi.

La diffusione negli Stati Uniti

approfondimento

Halloween, i costumi di coppia delle star a cui ispirarsi. FOTO

Il protestantesimo ha interrotto la tradizione di Ognissanti, ma nelle terre anglosassoni la festa non ha smesso di essere celebrata, anche se in funzione laica.  in ambito anglosassone si continuò a celebrare Halloween come festa laica. Furono forse gli immigrati irlandesi a far sbarcare Halloween Oltreoceano. Fu così che dalla metà dell’Ottocento la festa si diffuse negli Stati Uniti, fino a diventare una delle feste più popolari del ventesimo secolo. Perdendo via via i legami con la tradizione passata. Oggi è una festa largamente diffusa soprattutto negli Stati Uniti, in Irlanda, in Australia e nel Regno Unito, ma presto si è estesa a molti altri Paesi, Italia compresa. Solitamente si festeggia in costume, soprattutto tra i bambini, che bussano di porta in porta per chiedere “dolcetto o scherzetto?”.

Cosa significa "Halloween"

approfondimento

Le dieci maschere di Halloween più spaventose da comprare online

E la parola “Halloween”? C’è divisione sul significato. Qualcuno tira in ballo lo scozzese “All Hallows' Eve” che tradotto significa "Notte di tutti i santi", ovvero la vigilia di Ognissanti. Per qualcun altro ha invece a che fare con la leggenda di Jack O’ Lantern, condannato dal diavolo a girovagare il mondo di notte con una lanterna scavata in una zucca. In inglese scavare si dice “to hollow” e quindi “hollowing”, che presto diventa “Halloween”.

Halloween
©Getty

La zucca

approfondimento

Sky Cinema Halloween, si accende un canale da paura

La tradizione di intagliare la zucca risale a un’antica usanza in cui le rape venivano trasformate in lanterne per ricordare le anime bloccate nel purgatorio. Sarebbero stati gli immigrati in Nord America ad aver sostituito le rape con la zucca, molto diffusa nella zona. Tuttavia la zucca intagliata ha fatto la sua comparsa come simbolo di Halloween soltanto nella seconda metà del Novecento. 

Dolcetto o scherzetto?

approfondimento

Halloween, il trucco diventa 3D

L’usanza di mascherarsi per poi bussare alle porte pretendendo dei dolci risalirebbe invece al Medioevo. All’epoca in occasione di Ognissanti i più poveri vagavano di casa in casa chiedendo un’elemosina, offrendo in cambio preghiere per i loro morti il giorno della Commemorazione dei defunti (il 2 novembre). Questa tradizione era presente in Irlanda e Gran Bretagna, ma ci sarebbero tracce di usanze di questo tipo anche nel Sud Italia.

Lifestyle: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.