Retimpresa, innovazione motore di aggregazione

Lavoro
Credits Getty Images
innovazione_gettyimages

Con Infocamere e Ca' Foscari presentato primo Rapporto osservatorio su Reti d'Impresa.

Migliorare la competitività e accrescere la capacità innovativa senza rinunciare all’autonomia gestionale e strategica. Questa la ricetta alla base del successo dei Contratti di Rete fotografata dall’Osservatorio Nazionale sulle Reti d’Impresa – realizzato da InfoCamere, RetImpresa e Dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari – in occasione del decimo anniversario dall’introduzione del contratto di rete sullo scenario normativo italiano. 

Dalla tipologia di obiettivi ai modelli organizzativi, dalle strategie di marketing alle metodologie di rendicontazione, dai livelli di performance alla capacità innovativa, il Rapporto dell’Osservatorio, presentato in Confindustria, propone una lettura a più dimensioni di un fenomeno che ha rappresentato un approccio vincente alla grande crisi del 2008-2009. 

Secondo i dati di InfoCamere, a dicembre 2019 i contratti di rete sono 5.863 e coinvolgono 34.766 imprese su tutto il territorio nazionale, evidenziando una crescita costante nel tempo. Il campione di imprese in rete che ha partecipato all’indagine ha evidenziato che il principale motore di aggregazione è l’innovazione (16%), confermando l’efficacia degli investimenti in R&S.

 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24