Univaq, Alesse visita Lfoundry per collaborazioni future

Abruzzo
d0a14c01d2720d26d5d1deec4d8d6c46

Rettore ricevuto nello stabilimento produttivo di Avezzano

ascolta articolo

(ANSA) - AVEZZANO, 11 NOV - Analisi delle peculiarità aziendali al fine di sviluppare collaborazioni future e occasioni di formazione. Queste le ragioni della visita del rettore dell'Università degli Studi dell'Aquila Edoardo Alesse allo stabilimento produttivo di LFoundry di Avezzano (L'Aquila).
    Con il rettore erano presenti il direttore generale dell'ateneo, Pietro Di Benedetto, e il direttore di Confindustria L'Aquila, Francesco De Bartolomeis. La visita era stata preannunciata in un precedente incontro tra la governance Univaq e il management dell'azienda.
    "Abbiamo aperto le porte dell'azienda con molto piacere al Rettore dell'Università, che per noi rappresenta un importante interlocutore e partner presente sul territorio - ha dichiarato Marcello D'Antiochia - L'obiettivo è condividere e mettere a fattor comune competenze ed esperienze e contribuire a creare le condizioni territoriali per attrarre e trattenere talenti.
    Durante le prossime settimane, ripartiranno le attività di collaborazione con i docenti dell'ateneo e dedicheremo agli studenti una giornata di incontro e orientamento".
    Il rettore Alesse esprime piena soddisfazione per la visita: "Ho potuto apprezzare l'enorme capitale tecnologico e umano di cui LFoundry è provvista. Auspico - ha aggiunto - che le importanti attività di ricerca e collaborazione che già coinvolgono Univaq possano arricchirsi di nuovi contributi, in modo da interpretare sempre meglio la cosiddetta 'Terza missione' dell'università, che è quella di apertura al territorio e alle sue più importanti espressioni produttive".
    "Come Confindustria L'Aquila - ha aggiunto il direttore De Bartolomeis - siamo parte attiva nel promuovere il dialogo e l'interscambio tra le eccellenze industriali e quelle accademiche, perché riteniamo impensabile che si possano affrontare le sfide tecnologiche del futuro senza la collaborazione con scuola, università e ricerca, chiavi di volta del benessere sociale e dello sviluppo economico della nostra provincia". (ANSA).
   

L'Aquila: I più letti