Fugge da Molise e apre locale in Belgio, tradito da foto su Fb

Abruzzo
b13234a8eb55183cc22182bbe1e08a24

Latitante deve scontare 5 anni,per lui 2 mandati arresto europeo

(ANSA) - LARINO, 04 DIC - Fugge dal Molise sperando di evitare l'arresto e apre un ristorante in Belgio dedicandolo al suo paese natio, Rotello. La foto di un suo post su Facebook fa scattare le indagini dei Carabinieri della Compagnia di Larino che riescono a individuarlo e arrestarlo. L'inchiesta a carico di un latitante 47enne di Rotello (Campobasso) è stata coordinata dalla Procura Generale presso la Corte di Appello di L'Aquila. "Per arrivare all'uomo, è stato fondamentale lo scambio di informazioni tra l'Arma dei Carabinieri e le forze di polizia di Belgio e Francia" commenta il Comandante di Larino, Petruzzella.
    L'uomo deve scontare oltre 5 anni di reclusione. A suo carico le accuse di rapina, ricettazione e truffa commessi nelle province di Campobasso e Chieti dal 2010 al 2018.
    Attraverso il "Sirene", struttura appositamente creata dal Ministero dell'Interno per lo scambio di informazioni tra forze di polizia nell'area dell'Unione Europea, i militari sono riusciti a scambiarsi informazioni sul quarantasettenne. Dopo l'arresto è stato trasferito in una casa di reclusione belga in attesa di estradizione.
    Il quarantasettenne era fuggito all'estero da oltre tre anni e agiva in Belgio con documenti falsi fino a quando non è stato rintracciato a Toumai, vicino al confine con la Francia. Era ricercato in tutta Europa, su di lui pendevano due mandati di arresto europeo. (ANSA).
   

L'Aquila: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24