Sgombero abusivi da Rancitelli a Pescara

Abruzzo
l-aquila

Soddisfatti vicepresidente Pettinari e il sindaco Masci

(ANSA) - PESCARA, 23 OTT - Dall'alba fino alla tarda mattinata di oggi è stata compiuta un'operazione di polizia in via Lago di Capestrano nel quartiere Rancitelli di Pescara per lo sfratto di alcuni occupanti abusivi dalle case popolari. Le operazioni sono state eseguite dagli uomini di Polizia di Stato, Carabinieri Polizia Municipale, Vigili del fuoco, sanitari del 118, personale di Enel e ATER. Presente in via Lago di Capestrano anche il vice presidente del Consiglio Regionale ed esponente del M5S Domenico Pettinari che sabato scorso era sceso in strada con alcuni residenti in via Lago di Borgiano, con la bandiera tricolore in mano, per denunciare il problema criminalità nel quartiere. "È ancora troppo poco, ma è comunque qualcosa. In provincia di Pescara ci sono 250 abusivi. Un numero rilevante che deve far riflettere". Alle prime luci dell'alba ha seguito la prima parte delle operazioni anche il sindaco di Pescara Carlo Masci. "Gli appartamenti liberati - ha detto - sono stati immediatamente assegnati a chi ne aveva diritto".
   

L'Aquila: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24