Bussi, eccessi malattie da contaminanti

Abruzzo
l-aquila

Pubblicato il 5/o studio epidemiologico 'Sentieri'

(ANSA) - PESCARA, 6 GIU - Per l'Istituto Superiore di Sanità "i risultati qui riportati evidenziano tra i residenti nel sito eccessi, rispetto al resto della popolazione regionale, di specifiche patologie per le quali l'esposizione a contaminanti presenti nelle acque potabili può aver giocato un ruolo causale o concausale, e di patologie a carico dell'apparato respiratorio". È quanto emerge dall'indagine epidemiologica 'Sentieri' per il sito nazionale di Bussi (Pescara) contenuti nel 5/o rapporto sulla salute della popolazione di 45 siti nazionali di bonifica, il primo che comprende anche i dati per l'area abruzzese. A diffondere lo studio è il Forum H2O. Nel documento si sottolinea "che la principale fonte di rischio in questo sito è rappresentata dal consumo di acqua potabile distribuita dall'acquedotto Giardino che ha utilizzato, miscelandole, anche le acque emunte da pozzi contaminati dall'attività industriale".
   

L'Aquila: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24