Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Jova Beach Party, Andora si candida per ospitare il concerto dopo lo stop ad Albenga

2' di lettura

Il sindaco della cittadina fa sapere: “La notizia della cancellazione ci ha colpito molto. Noi a disposizione per dare una mano”. L’annullamento della data ligure è dovuto all’erosione della costa che ha reso lo spazio per l’evento insufficiente

Andora è disponibile ad accogliere il "Jova Beach Party" che avrebbe dovuto aver luogo il 27 luglio ad Albenga (Savona). Ad annunciarlo è il sindaco, Mauro Demichelis: "La notizia della cancellazione della data ligure, nella vicina Albenga, ci ha colpito molto. Noi siamo a disposizione, se possibile, per dare una mano”. L'annullamento della tappa di Albenga è dovuto all’erosione - di quasi 12 metri - della spiaggia che ha reso lo spazio per l’evento troppo stretto e quindi inutilizzabile.

Sindaco di Andora: “Il nostro litorale non danneggiato dalle mareggiate”

“Abbiamo un'ampia spiaggia libera e un litorale di sabbia naturale e molto profondo che non è stato compromesso dalle mareggiate. Andora è facilmente raggiungibile, ha un casello autostradale e ha ampi parcheggi", ha sottolineato il sindaco di Andora. "In questi anni abbiamo organizzato concerti di importanti artisti nella massima sicurezza e saremmo lieti di poter ospitare Jovanotti". Demichelis ha fatto sapere di aver già avuto contatti con la produzione: "Siamo a disposizione per un sopralluogo da parte dei tecnici e dei manager del tour. Se la cosa è fattibile, noi ci siamo".

Toti: “Regione mai interpellata dagli organizzatori”

Intanto, il presidente della Regione Giovanni Toti si è detto “dispiaciuto” della decisione di cancellare la tappa ad Albenga e ha sottolineato: “Gli organizzatori, nei mesi passati, nonostante la grande portata dell'evento non hanno mai ritenuto necessario contattare Regione Liguria. Sono certo che se lo avessero fatto avremmo potuto trovare soluzioni per ogni problema”.

L’erosione delle coste liguri

Il problema dell’erosione della costa del ponente savonese era già emerso dopo la violentissima mareggiata di fine ottobre 2018. Un fenomeno che si è poi ripetuto nelle ultime due settimane, creando una situazione di emergenza soprattutto nel Comune di Alassio.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"