Il chitarrista dei Cranberries: "Dolores progettava un nuovo album"

Dolores O'Riordan avrebbe voluto fare un nuovo album con i Cranberries (Getty Images)
3' di lettura

Noel Hogan: "Abbiamo parlato di rimetterci al lavoro. In programma ci sarebbe stato anche un tour". I funerali della cantante, trovata morta lo scorso 15 gennaio, sono stati celebrati in Irlanda

 

Dolores O'Riordan progettava un nuovo album e un nuovo tour con i Cranberries. Lo ha rivelato Noel Hogan, chitarrista del gruppo con cui la cantante aveva parlato al telefono qualche giorno prima della sua morte. "Stava alla grande", ha dichiarato l'artista a Rolling Stone. Qualche giorno dopo questa telefonata, O'Riordan è stata trovata morta in una camera d'albergo.

I progetti con Hogan

Hogan e O'Riordan si sono sentiti per telefono lo scorso 12 gennaio, tre giorni prima della morte della cantante. Un decesso definito dalle autorità "inspiegato", ma non sospetto. "Abbiamo parlato di rimetterci al lavoro", ha dichiarato il chitarrista, che ha anche rivelato di aver ricevuto un email con alcune nuove canzoni che O'Riordan stava pensando di inserire nel prossimo album della band. Sarebbe stato il nuovo disco dei Cranberries dopo sei anni di inattività. Il gruppo si era sciolto nel 2003, per riformarsi nel 2009, dopo due dischi da solista di O'Riordan e la sua nuova partnership con i D.A.R.K. di Andy Rourke, ex bassista degli Smiths. Il giorno prima della sua morte O'Riordan sarebbe andata a Londra proprio per incontrare il produttore Youth e discutere con lui i dettagli del secondo album del gruppo di Rourke. I funerali di Dolores O'Riordan sono stati celebrati il 23 gennaio nella chiesa di St. Ailbe a Ballybricken, cittadina di origine della cantante nella contea di Limerick.

I messaggi a Dan Waite

Il corpo di Dolores O'Riordan è stato ritrovato senza vita in una camera d'albergo a Londra. Le cause del auo decesso sono ancora sconosciute. La star, morta a 46 anni, aveva comunicato anche con il produttore Dan Waite, fautore della sua collaborazione con i Bad Wolves con cui stava incidendo una nuova versione di "Zombie", uno dei suoi più grandi successi. Nei suoi messaggi vocali parlava dell'amore per i suoi bambini, l'eccitazione per l'omaggio che Eminem le ha reso con la sua versione di "Zombie" e apprezzava anche la cover di "Bitter Sweet Symphony" fatta dal rapper. "Era in un momento buono - ha dichiarato Waite a Rolling Stone -. Avevo letto alcuni articoli che dicevano fosse depressa, ma stava facendo piani per la settimana", compresa una cena con lui e sua moglie.

Leggi tutto
Prossimo articolo