Lady Gaga in concerto a Milano, dedica ai cugini italiani

La popstar americana durante un'esibizione (Getty Images)
3' di lettura

L'artista, che si è ripresa dai problemi di salute che l'avevano costretta a rinviare il tour europeo, ha cantato i suoi successi davanti ad un Forum gremito. Verso la fine un momento toccante nel ricordo di "Joanne", la zia scomparsa al quale sono dedicati album e tour

Un Mediolanum Forum di Assago, gremito in ogni ordine di posto, ha accolto l'unica data italiana del "Joanne World Tour" di Lady Gaga. Dopo i problemi di salute che l'avevano costretta a rimandare diverse date del suo tour europeo, la Germanotta si è presentata in Italia con la famiglia nel cuore ed ha ipnotizzato i fan dando fondo al suo repertorio di successi.

Spettacolo in sette capitoli

La data milanese era stata spostata al 18 gennaio dopo che la cantante era stata costretta a cancellare gli appuntamenti europei a settembre, a causa delle fibromialgia che l'affligge. Gaga, però, è tornata più in forma che mai: accolta dal boato del pubblico, ha aperto il concerto in chiave rock con "Diamond Heart" e "A-Yo", tracce dall'ultimo album. Lo spettacolo è stato suddiviso in sette capitoli, ciascuno contraddistinto da coreografie, effetti speciali diversi, ma soprattutto da un tema e un suono ben precisi. A cui sono stati immancabilmente abbinati look specifici, diversi di volta in volta.

La dedica di Gaga ai cugini

Una tappa, quella milanese, che ha permesso alla popstar di fare un tuffo anche nelle sue origini italiane. In un tweet comparso sul suo profilo Twitter, Lady Gaga ha prima salutato l'Italia ed elogiato  Donatella Versace per il costume indossato nello scatto, poi recapitato una dedica ai suoi cugini Antonino, Giuseppe e Maria Germanotta. "Oggi sono qui con tutta la mia famiglia – dice dal palco Lady Gaga, seduta al pianoforte – Ho incontrato per la prima volta i miei cugini italiani, sono venuti apposta dalla Sicilia. Penso a come i miei nonni hanno abbandonato un posto così bello, ai sacrifici che hanno fatto: essere qui mi fa sentire di averli resi orgogliosi".

Il momento più toccante

L'impianto scenografico è ambizioso, con un palco modulare fatto di ripiani che si alzano e si inclinano, e ponti che uniscono i due palchi-isola nel parterre. Lady Gaga sciorina hit del calibro di "Poker Face" o dell'acclamatissima "Perfect Illusion" e, dopo una transizione verso l'elettronica, arrivano singoli come "Alejandro", "Born This Way" e "Paparazzi". Il penultimo atto è invece più intimo: concentrato sulle ferite che lasciano segni profondi. È questo il momento di "Joanne", dedica alla zia morta prematuramente, di cui l'artista porta il nome e alla quale ha dedicato sia l'album che il successivo tour promozionale. "Ogni famiglia ha le sue sfide – dice –. Perdere Joanne è stata una delle più difficili per la mia. Il dolore ci rende tutti uguali".

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"